I consigli del Wwf Abruzzo per le prime passeggiate in spiaggia con la “fase 2”

L'associazione: "Non calpestate le dune, non cogliete piante e aiutateci a tutelare il Fratino"

“Con l’avvio della Fase 2, ci si potrà permettere qualche passeggiata all’aperto. Immaginiamo che in tanti sceglieranno le spiagge abruzzesi per ricaricarsi e per avere quel contatto con la natura che nelle scorse settimane ci è tanto mancato, ma è opportuno ricordare i comportamenti da mantenere durante le passeggiate”. I consigli per le prime passeggiate in spiaggia con la “fase 2” arrivano dal Wwf Abruzzo.

In primo luogo è importante non calpestare le dune, non raccogliere piante e fiori e non disturbare il Fratino, attualmente in fase di nidificazione. Le dune sono piccole colline di sabbia che si formano sulle coste grazie all’azione del vento, ospitano numerosi animali che trovano protezione e cibo tra le piante e la sabbia. 

La presenza del fratino, inoltre, è di estrema importanza in quanto è un indicatore di buono stato conservazione del litorale e di un’elevata naturalità dei luoghi. “È per questo un parametro fondamentale per l’ottenimento della Bandiera blu per i Comuni. Se si dovessero rinvenire casualmente uova di Fratino sulla spiaggia - avverte il Wwf -   non bisogna assolutamente toccarle, ma allontanarsi subito in modo che la coppia possa tornare sul nido il prima possibile. Vi chiediamo inoltre di segnalare la presenza del nido telefonando al numero 3921814355 in modo che i nostri volontari possano rintracciarlo, mapparlo per le ricerche in corso e attivare eventuali azioni di protezione dello stesso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’associazione ricorda anche  ai padroni dei cani che “è necessario tenerli sempre al guinzaglio, poiché possono rappresentare una minaccia per il Fratino danneggiando i nidi e arrecando stress alla specie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Camioncino della nettezza urbana si ribalta contro un muro di cinta

  • Fabrizio Di Stefano a Matteo Salvini: "Troverai una Chieti cambiata e che riparte"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento