Eventi

Ripartono i musei archeologici di Chieti, ma nel weekend aperture part-time: tutti gli orari

Il Comune ha messo a disposizione 12 unità puc per coadiuvare e supportare il personale dei musei e garantire gli orari di apertura

La direzione regionale dei musei in Abruzzo ricorda la riapertura dei due musei archeologici di Chieti, prevista per domani, martedì 15 giugno.

Una data che era stata definita già qualche settimana fa, in virtù  dall'accordo sottoscritto tra la direttrice Mariastella Margozzi e l'assessore comunale alla Cultura, Paolo De Cesare. 

In sostanza l’amministrazione comunale  ha fornito ai due musei teatini 12 figure selezionate e scelte  nell'ambito dei Patti per il lavoro e per l'inclusione sociale, i cui beneficiari  sono tenuti a svolgere Progetti Utili alla Collettività (PUC) nel comune di residenza per almeno 8 ore settimanali. Saranno impiegati nei musei per ottemperare alle rigide misure anti Covid-19 che hanno infatti previsto anche la presenza, in apertura al pubblico, di almeno quattro persone a turno. 

Musei archeologici di Chieti: gli orari di apertura

Questa settimana i due musei resteranno aperti da martedì a domenica, tranne venerdì. Dalla prossima apriranno dal mercoledì al venerdì e, nei fine settimana, due volte al mese.

Questo, nel dettaglio, il calendario delle aperture: martedì 15, mercoledì 16, giovedì 17: dalle 9:00 alle 19:30, con ultimo ingresso alle 19:00; venerdì 18 i musei non apriranno al pubblico; sabato 19 e domenica 20: aperture di mezza giornata (mattina Civitella/ pomeriggio Villa Frigerj).

Nelle settimane seguenti i musei Villa Frigerj e La Civitella resteranno chiusi il lunedì ed il martedì, mentre dal mercoledì al venerdì osserveranno entrambi lo stesso orario dalle 9:00 alle 19:30, con ultimo ingresso alle 19:00.

Il sabato e la domenica saranno aperti secondo il seguente orario: la mattina 9:00- 13:30 la Civitella, il pomeriggio Villa Frigerj 14:30-19:30; le domeniche di apertura saranno soltanto la prima e la terza domenica del mese. In entrambe le strutture la biglietteria chiude mezz'ora prima.

In caso di forte affluenza gli ingressi saranno contingentati ed in ogni caso si consiglia la  prenotazione telefonica, almeno il giorno precedente, per le visite del sabato e della domenica. La direzione museale ricorda infine che è vietato l’accesso a gruppi organizzati e che visite guidate e attività didattiche sono temporaneamente sospese.

“Ci premeva che Chieti non perdesse l’opportunità di vedere pienamente fruibili anche i suoi due musei nazionali in questo determinante momento di ripartenza, così come a maggior ragione ci premeva che la cultura non subisse altre penalizzazioni, dopo i lunghi stop che tutto il comparto e le sue forze vive hanno dovuto vivere, cercando di resistere alla crisi post covid. Noi sulla cultura punteremo, così come siamo già operativi affinché il problema degli organici museali, risicato a livello nazionale, possa essere affrontato e risolto definitivamente. A tal proposito abbiamo già attivato la filiera istituzionale che arriva al Ministro Dario Franceschini, con il quale ci interfacceremo perché il nostro considerevole patrimonio museale cittadino venga considerato e rilanciato per il futuro”

commentano il sindaco Diego Ferrara e il vicesindaco Paolo De Cesare anticipando che, nel breve periodo, con la Deputazione teatrale del Marrucino si sta procedendo a una convenzione per il rilancio anche del l’anfiteatro e del parco archeologico della Civitella.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripartono i musei archeologici di Chieti, ma nel weekend aperture part-time: tutti gli orari

ChietiToday è in caricamento