menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luciano D'Amico, presidente Arpa

Luciano D'Amico, presidente Arpa

Trasporti: nasce la società unica Tua, sarà la seconda azienda dopo la Sevel

Firmato l'atto di fusione per la nuova società unica di Trasporto pubblico abruzzese. Giro d'affari di 142 milioni di euro, maggior parte dei bus a metano, ci sarà una divisione gomma e una divisione ferro

E' nata ufficialmente Tua, la società unica di Trasporto pubblico abruzzese. Con un giro d'affari di 142 milioni di euro, oltre 30 milioni di chilometri annui preventivati e 1.600 dipendenti, sarà la seconda azienda abruzzese dopo Sevel, la sesta a livello nazionale e la nona per i valori di produzione tra servizio urbano, suburbano, extra urbano e ferro.

Lunedì 8 giugno c'è stata la firma dell'atto di fusione tra Gtm e Fas, resta in carica la presidenza Arpa per permettere l'approvazione del bilancio; entro il 30 giugno l'ultimo passaggio, per l'incorporazione di Gtm e Fas in Arpa. Presenti, tra gli altri, il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, il sottosegretario con delega ai Trasporti, Camillo D'Alessandro, il presidente di Arpa, Luciano D'Amico, e i presidenti uscenti di Gtm e Sangritana, Michele Russo e Pasquale Di Nardo che hanno presentato Tua.

Il primo atto dell'azienda unica riguarda la gara per l'acquisto di 36 nuovi autobus, 28 dei quali a metano e otto a gasolio con motore Euro 6. Il parco rotabile è composto attualmente da 890 mezzi, con un'età media di 11 anni. I bus a metano verranno utilizzati anche per i servizi extraurbani e questo consentirà di ridurre i costi. L'Abruzzo sarà la prima regione italiana a sperimentare un servizio tanto esteso a metano. Tra le altre novità, il sistema di manutenzione dei mezzi che assicurerà condizioni di sicurezza per i veicoli a costi predeterminati per 12 anni; i bandi di gara per 48 milioni di euro finalizzati alla fornitura di sedici milioni di litri di gasolio per la durata di quindici mesi e l'acquisto di ricambi per un triennio; l'istituzione, a fine anno, di un albo fornitori che regolamenterà tutti gli acquisti e le forniture di servizi, gestiti solo attraverso gare pubbliche.

La nuova governance ipotizzata vedrà una divisione gomma e una divisione ferro. Per quanto riguarda i contratti del personale D'Alessandro ha spiegato che in accordo con i sindacati si è provveduto a "sospendere per un mese l'efficacia del contratto unico mentre si sta lavorando ad un contratto orientato alla produttivita'".

"E' una sfida tutta incentrata sullo sviluppo - ha evidenziato il presidente di Arpa Luciano D'Amico - gli obiettivi strategici sono quelli di offrire servizi sempre piu' aderenti alle richieste degli utenti a costi contenuti".

L'OPPOSIZIONE - L'opposizione regionale non è dello stesso avviso. "I problemi che hanno costellato questo veloce percorso di fusione tra Sangritana e Gtm incorporate in Arpa non sono stati affatto superati, anzi. Il sottosegretario D’Alessandro, che ha fortemente sostenuto la nascita di Tua, vuole far credere agli abruzzesi di aver risolto tutte le questioni economico-finanziarie, sindacali e territoriali ma tutto è stato rinviato al 30 giugno - dichiarano il Presidente della Commissione di Vigilanza del Consiglio regionale, Mauro Febbo e il Capogruppo di Forza Italia, Lorenzo Sospiri.

I due nelle scorse settimane hanno sollevato diverse perplessità sul piano industriale e sul taglio dei chilometri nelle zone interne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento