rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Economia

Tari: a Chieti emendamento per escludere dal pagamento le nuove attività commerciali

Lo ha proposto il consigliere di maggioranza Emiliano Vitale. Chiesta la riduzione del 20% anche per i nuclei familiari con coniugi di età non superiore ai 35 anni

Il consigliere Emiliano Vitale ha presentato una modifica al Regolamento sulla TARI (tassa sui rifiuti urbani) proponendo di inserire un emendamento che preveda l'esclusione dal pagamento della Tari per il corrente anno in favore delle attività commerciali aperte nel corso del  2014. Sempre secondo tale emendamento, per gli anni 2015 e 2016, le stesse attività riceverebbero una riduzione pari rispettivamente al 40% e al 20% a condizione che presentino, nei modi e nei tempi stabiliti, la denuncia Tari e che le nuove società o attività artigiane e commerciali non derivino da trasformazioni sociali di attività preesistenti.

Da tale esenzione sono escluse le attività dei Centri Commerciali e polifunzionali, nonchè le grandi distribuzioni organizzate e assimilate (terziario avanzato).

"L'emendamento a breve dovrà essere approvato" riferisce Vitale.

In tal senso il consigliere comunale di maggioranza Stefano Rispoli, ha suggerito di inserire nell’emendamento anche la riduzione del 20% per i nuclei familiari con coniugi di età non superiore ai 35 anni e con reddito ISEE non superiore ai 15.000  euro e la riduzione del 20% in favore delle attività commerciali che elimineranno videopoker e slot machine, rinunciando alla relativa autorizzazione ministeriale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tari: a Chieti emendamento per escludere dal pagamento le nuove attività commerciali

ChietiToday è in caricamento