rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Economia Vasto

Porto di Vasto e Masterplan, i dubbi del M5S

Interrogazione dei pentasetllati sul collegamento tra porto di Vasto, rete ferroviaria nazionale e retrostante zona industriale

Il gruppo consiliare M5S Vasto ha presentato un’interrogazione al sindaco Menna per conoscere lo stato di attuazione del progetto di collegamento tra porto di Vasto, rete ferroviaria nazionale e retrostante zona industriale.

"Con la legge n. 84 del 28/01/1994 (“Riordino della legislazione in materia portuale”), in vigore dal 15 settembre 2016 - spiegano i consiglieri Dina Carinci e Marco Gallo - sono state definite, all’art.6, le nuove autorità di sistema portuale (AsdP) per un totale di 15 e che tra queste nuove AdSP vi è quella del mare Adriatico centrale alle quali appartengono i Porti di Pescara e Ortona. In buona sostanza, tenendo conto delle dichiarazioni rese lo scorso dicembre dal presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso e dal presidente dell’Autorità portuale di Ancona, Rodolfo Giampieri, i pentastellati vorrebbero conoscere la sorte del Porto di Vasto, visto che nel Masterplan Abruzzo è prevista la realizzazione del “collegamento tra porto di Vasto, rete ferroviaria nazionale e retrostante zona industriale” per un importo di 15.000.000,00 euro e che nel 2017 é previsto il “completamento progettazione esecutiva ed avvio intervento”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto di Vasto e Masterplan, i dubbi del M5S

ChietiToday è in caricamento