Economia

Pensioni, Ugl: la restituzione della quattordicesima è una richiesta insostenibile

Il segretario nazionale dell'Ugl pensionati, Geremia Mancini, commenta la richiesta dell'Inps di restituzione della quattordicesima erogata nel 2009 a 200mila pensionati

“Chiedere ai pensionati che appartengono alla fascia di reddito più povera di restituire la cosiddetta ‘quattordicesima’, oltretutto dopo che sono passati anni, è l’ennesima richiesta insostenibile nei confronti di una categoria i cui problemi non vengono mai tenuti nella dovuta considerazione”. Lo dichiara il segretario nazionale dell’Ugl Pensionati, Geremia Mancini, commentando la richiesta dell’Inps di restituzione della quattordicesima erogata nel 2009 a 200mila pensionati, aggiungendo che “dobbiamo ricordare che stiamo parlando di persone che già ricevono una pensione da fame, e che avrebbero gravi difficoltà a restituire le somme percepite. Dopo i colpi alla previdenza dell’ultimo periodo, la decisione dell’Inps ci sembra un accanimento nei confronti di chi vive nell’indigenza. Pertanto è necessario un passo indietro su una richiesta che riteniamo inaccettabile”.

L'Ugl, con tutte le sue strutture territoriali e di Patronato, si è resa disponibile a prestare assistenza a tutte le persone interessate da questa richiesta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni, Ugl: la restituzione della quattordicesima è una richiesta insostenibile

ChietiToday è in caricamento