rotate-mobile
Economia

Decreto salva imprese: un'iniezione di liquidità per le casse del Comune di Chieti

I fondi già dalle prossime settimane saranno destinati ai pagamenti nei confronti di imprese e professionisti. Per l'assessore Melideo è un ulteriore slancio al fine di sostenere l’economia locale

L’assessore alle Finanze, Roberto Melideo, commenta il decreto del Governo nazionale sui pagamenti della Pubblica Amministrazione, meglio noto come il decreto “salva imprese” e spiega come l’amministrazione comunale si sia attivata da subito per beneficiare degli effetti e permettere una boccata d’ossigeno all’economia locale.

 “Il Governo- fa sapere Melideo -  ha concesso al Comune di Chieti la possibilità di sostenere pagamenti di debiti non estinti alla data dell'8/4/2013 per un importo di 5.871.000 euro e ulteriori spazi finanziari per escludere dal Patto di Stabilità Interno 2013 i pagamenti in Conto Capitale effettuati prima del 9/4/2013 per un importo di 1.936.000 euro.

A questo si aggiunge una vera e propria iniezione di liquidità nelle casse dell’Ente per 3.900.000 euro nel 2013. Stessa cifra nel 2014 quale concessione da parte della Cassa Depositi e Prestiti”.

Questi fondi già dalle prossime settimane saranno destinati ai pagamenti nei confronti di imprese e professionisti.

“La nuova copertura finanziaria – dice ancora l’assessore -  consentirà al Comune di sanare la propria posizione nei confronti di quanti, al momento, vantano crediti certi, liquidi ed esigibili accertabili fino alla data del 31/12/2012”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto salva imprese: un'iniezione di liquidità per le casse del Comune di Chieti

ChietiToday è in caricamento