rotate-mobile
Economia

Credito alle imprese: in un anno crollo del 13%

La provincia di Chieti maglia nera della regione. Confartigianato chiede di tornare a tendere la mano alle aziende

In un anno i finanziamenti erogati dalle banche alle imprese del territorio sono crollati del 13%: un risultato che fa della provincia di Chieti la maglia nera della regione. E’ quanto dice un’indagine condotta dal Centro studi di Confartigianato e riferita all’andamento dei crediti concessi dalle banche alle imprese tra il dicembre 2012 e il dicembre 2013. Un anno in cui, in pratica, gli istituti di credito hanno drasticamente diminuito la mole di finanziamenti accordati alle aziende locali.

“Le banche hanno ridotto di netto le concessioni del credito alle imprese che annaspano sempre di più. Come se non bastasse la pressione fiscale sulle aziende- afferma Daniele Giangiulli, direttore generale di Confartigianato Chieti- ha raggiunto soglie preoccupanti con 2,2 punti in più della media europea. Bisogna cambiare registro subito”.

La provincia di Chieti, con un -13% di prestiti erogati dagli istituti di credito, è quella che sta peggio in Abruzzo, dove la diminuzione del credito, in un anno, ha fatto toccare una media del -10,2%. Stesso segno meno per la provincia di Teramo mentre per quella aquilana la percentuale si ferma ad un -8,8%. Meglio di tutte, si fa per dire, sta la provincia di Pescara (-7,5%). A Chieti e provincia la riduzione del credito fa toccare il -5,2% per le imprese con meno di 20 addetti a libro paga.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Credito alle imprese: in un anno crollo del 13%

ChietiToday è in caricamento