Sabato, 13 Luglio 2024
Corsi&Formazione Schiavi di Abruzzo

Il turismo delle radici: doppio incontro del Cram a Vasto e a Schiavi d’Abruzzo

Appuntamento mercoledì 26 ottobre all’istituto “Filippo Palizzi” di Vasto e nella sala comunale di Schiavi d’Abruzzo

Il turismo delle radici quale opportunità imperdibile per tutto il territorio: dal mondo della formazione e dell’impresa alla promozione turistica dei borghi delle aree interne, che hanno subito decenni di emigrazione e spopolamento. Se ne parlerà domani, mercoledì 26 ottobre, in due diversi eventi organizzati dal Cram rispettivamente a  a Vasto e a Schiavi d’Abruzzo.

La mattina alle 11,15, all’istituto “Filippo Palizzi” di Vasto, istituto tecnico economico e informatico, con un indirizzo in turismo sostenibile, si parlerà di turismo delle radici come esperienza per la ricerca delle origini e opportunità per la formazione di giovani che lavorano in aree fortemente caratterizzate da fenomeni di emigrazione. Qui, dopo i saluti della dirigente scolastica Nicoletta del Re, interverranno la responsabile dell'ufficio Emigrazione della Regione Laura Di Russo, la coordinatrice nazionale del progetto “Turismo delle Radici” al ministero per gli Affari esteri, Marina Gabrieli, la presidente del premio Dean Martin, Alessandra Portinari e il giovane componente del Cram della Regione Maxi Manzo.

Nel pomeriggio, invece, nella sala comunale di Schiavi d’Abruzzo, si terrà il convegno “Turismo delle radici. Quali opportunità per i nostri territori?”, con la partecipazione dei responsabili nazionali e regionali, e con i sindaci dei comuni dell’Alto Vastese Carunchio, Castelguidone, Castiglione Messer Marino, Celenza sul Trigno, Fraine, Montazzoli, Roccaspinalveti, Schiavi d’Abruzzo e Torrebruna che hanno costituito la comunità di progetto “Terra delle Radici”, per promuovere il territorio presso le comunità di emigrati presenti nel Mondo.  L’area, di grande interesse naturalistico, storico, folkloristico e gastronomico, è stata storicamente interessata da fenomeni di emigrazione. Con il progetto denominato “Terra delle Radici” si vuole riportare parte di questi emigrati verso i territori di origine, attraverso l’attuazione di strategie di marketing, infrastrutturazione e organizzazione territoriale: offerte che rientrano in quello che oggi viene definito il “Turismo delle Radici”, al quale verranno destinate risorse provenienti dal Pnrr e gestite dal ministero degli Affari esteri.

Interverranno al dibattito: i sindaci del territorio, Laura Di Russo (Cram) Maria Tirabasso (rapporti con i molisani nel mondo), Marina Gabrieli (coordinatrice nazionale progetto Turismo delle Radici per il Maeci), Tiziano Antonio Teti (Presidente del Gal Maiella Verde), Antonio D’Ambrosio (Cim – Confederazione Italiani nel Mondo), Maxi Manzo, componente delle consulte per l’emigrazione dell’Abruzzo e del Molise, Berenice Rossi (ricercatrice sulla emigrazione abruzzese in Argentina).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il turismo delle radici: doppio incontro del Cram a Vasto e a Schiavi d’Abruzzo
ChietiToday è in caricamento