menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
una casa di terra

una casa di terra

Le case di terra di Casalincontrada al'Expo' di Milano

Il protocollo di intesa tra la Regione Abruzzo, l'Associazione Terre onlus e l'Associazione internazionale Città di terra cruda. Anche Bucchianico, Roccamontepiano e Chieti presenti nella rete

Le case di terra saranno all'Expò di Milano, dal 1 maggio al 31 ottobre, grazie a un protocollo di intesa tra la Regione Abruzzo, l'Associazione Terre onlus e l'Associazione internazionale Città di terra cruda. Sul progetto sta lavorando l'assessorato regionale all'Ambiente con i responsabili del Centro di documentazione sulle case di terra cruda di Casalincontrada, che dovrebbe portare all'organizzazione di un programma di iniziative da realizzarsi sul territorio regionale, tra cui un itinerario ad hoc delle 42 città di terra cruda abruzzesi.

'Il nostro obiettivo è quello di allargare la presenza dei centri abruzzesi nella rete internazionale - spiega l'assessore regionale Mario Mazzocca - Aderire a questo network significa promuovere da parte delle comunità locali il riconoscimento degli insediamenti in terra cruda come espressione di identità su cui fondare le basi del proprio sviluppo sostenibile, promuovendo e stimolando anche l'offerta turistica. Finora le località presenti sono Bucchianico, Roccamontepiano, Chieti, Casalincontrada e Manoppello. Un'iniziativa come quella che stiamo studiando potrebbe dare risalto a questa importante realtà storica e architettonica della nostra regione e valorizzare una delle peculiarità delle quali andiamo maggiormente fieri".

La Regione convocherà nei prossimi giorni un'assemblea con tutti i comuni coinvolti, gli operatori culturali ed economici. "Nella nostra regione - spiega Gianfranco Conti, coordinatore del CED Terra - possiamo contare su un patrimonio che si può stimare in circa 800 edifici, per il quale occorre intervenire quanto prima con lavori di manutenzione straordinaria e tramite interventi di recupero per un loro riuso sia in termini residenziale che produttivi. L'intento della collaborazione tra la Regione Abruzzo e l'Associazione Internazionale Città della Terra Cruda è proprio finalizzato all'attivazione di un programma di collaborazione per favorire il recupero e riuso del patrimonio edilizio tradizionale in terra cruda dell'Abruzzo, nell'ambito delle politiche edilizie e più in generale nelle attività ambientali e urbanistiche".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento