Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Atessa zona rossa, Usb scrive al prefetto: "Si permette a migliaia di operai di spostarsi"

L'unione sindacale di base richiede un intervento urgente "al fine di verificare la correttezza dell’ordinanza da parte del sindaco di autorizzare l’ingresso e l’uscita dal comune per lavoro"

Nelle località abruzzesi inserite in zona rossa (San Giovanni Teatino, Atessa e Tocco da Casauria) si entra e si esce per motivi di lavoro solo con apposita autorizzazione del sindaco.

Ma l'Usb ha chiesto al prefetto di Chieti un controllo urgente sulla validità di permettere a decine di migliaia di lavoratori abruzzesi, e provenienti anche da fuori regione, di recarsi in particolare nella Val Di Sangro, dove insistono svariate fabbriche.

In una lettera al prefetto l'unione sindacale di base chiede "di verificare la correttezza dell’ordinanza da parte del sindaco di autorizzare l’ingresso e l’uscita dal comune per lavoro".
 
"Con ordinanza n.3 del 5 febbraio 2021 il presidente della giunta regionale, in base al parere del Comitato tecnico scientifico che ha evidenziato il riacutizzarsi del circolare del virus Covid-19 su parti localizzate del territorio regionale tra cui il Comune di Atessa, ha ordinato l’applicazione, dal 6 al 13 febbraio 2021, della cosiddetta “zona rossa”, specificando alcune deroghe di ingresso/uscita  che non contemplano le esigenze lavorative. Successivamente il sindaco di Atessa ha emanato un'ordinanza che ha interpretato il punto 8 del dispositivo regionale autorizzando  l’ingresso e l’uscita per comprovate esigenze lavorative nel comune".
 
L'Usb chiede "se sia possibile autorizzare l’ingresso in zona rossa di migliaia di lavoratori provenienti non solo dalla regione Abruzzo ma anche da fuori regione, con il rischio di peggiorare la situazione dei contagi su tutto il territorio regionale andando ad incidere sulla pressione ospedali con i posti letto già limitati.

Inoltre - conclude la lettera - si chiede un Vostro intervento urgente al fine di verificare in base ai fatti esposti, la correttezza dell’ordinanza del sindaco di Atessa, che a nostro avviso è in contrasto con l’ordinanza del presidente della giunta regionale che istituisce zona rossa  per evitare il peggioramento della situazione sanitaria della provincia di Chieti".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atessa zona rossa, Usb scrive al prefetto: "Si permette a migliaia di operai di spostarsi"

ChietiToday è in caricamento