Luisa, colpita ripetutamente e uccisa mentre scappava dal marito

La vittima del femminicidio che ha sconvolto Torino di Sangro aveva 65 anni. Dopo la follia, il marito ha allertato i carabinieri

L’avrebbe colpita mentre erano in macchina con una violenza tale da costringerla ad abbandonare l’abitacolo e a tentare la fuga nelle campagne circostanti: emergono i primi terribili dettagli dell’omicidio consumatosi questa mattina a Torino di Sangro, in via Montesecco, dove ha perso la vita Luisa Ciarelli di 65 anni.

Una mattina come tante, moglie e marito erano usciti in auto, forse per fare la spesa o una passeggiata, quando hanno cominciato a litigare in maniera violenta. Lei è scesa dalla Fiat Panda mentre si trovavano a poca distanza da casa.

Lui, Domenico Giannicchi, 68 anni, pensionato, è sceso dall'auto per rincorrere la donna. Al culmine della lite l’ha colpita più volte alle testa, forse con una pietra o con un tronco trovato accanto al corpo ormai esanime della vittima, in un lago di sangue. Poi ha chiamato un parente, non i figli che non vivono più con i genitori da anni, e ha raccontato tutto. Quando è arrivata l'ambulanza per la donna non c'era ormai più nulla da fare.

L’uomo, rimasto ad aspettare i sanitari fino all'arrivo dei carabinieri della compagnia di Ortona, è stato fermato con l'accusa di omicidio volontario. Sembra che soffra di problemi psichici. 

È stato trasferito in stato confusionale all’ospedale di Lanciano. Il corpo di Luisa Ciarelli è a disposizione dell'autorità giudiziaria per l'autopsia.

L'indagine è affidata alla Procura di Vasto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sant'Anna piange Pierluigi Orsini, oggi i funerali

  • Ferito da un colpo di fucile durante una battuta di caccia al cinghiale: è grave

  • Poste Italiane assume portalettere anche a Chieti e provincia

  • Luisa, colpita ripetutamente e uccisa mentre scappava dal marito

  • Lanciano in lutto per la scomparsa del dottor Brasile, morto durante l'escursione sulla Majella

  • Era originario di Lanciano uno dei due escursionisti morti sulla Majella

Torna su
ChietiToday è in caricamento