È morto l'artista Luigi Angelucci: viveva da mezzo secolo in Venezuela, ma non aveva mai dimenticato Lanciano

Nato nel cuore del centro storico, dove sin da giovanissimo si era fatto notare per il suo talento, nella sua città natale aveva organizzato pochi anni fa una mostra

Era nato nel centro storico di Lanciano, nel quartiere Civitanova, 83 anni fa. E tre giorni fa l'artista Luigi Angelucci, che non aveva mai spezzato il legame con la sua città di origine, è morto a Caracas, in Venezuela. 

La notizia è stata diffusa dal sindaco Mario Pupillo, che lo ricorda "con quegli occhi sempre aperti alla meraviglia, mai sazi di vita e di vite, una persona speciale che ha amato la vita, il rischio di viverla a pieno e la sua terra. Anzi, le sue terre". 

In Sudamerica, Angelucci si era trasferito alla fine degli anni Cinquanta, dopo aver già lasciato il segno come artista a Lanciano, in cerca di una vita migliore in compagnia delle due sorelle. 

"Un artista poliedrico e instancabile, un ricercatore capace di innovare e di rigenerarsi". Così, proprio Pupillo, aveva raccontato l'artista nella prefazione al catalogo della mostra organizzata nel 2015 a Lanciano, "The Artist". 

"La sua storia è un film - proseguiva -  che ovviamente non ha ancora un finale e ci auguriamo sia il più lontano possibile perché gli sia consentito di portare a termine quanti più progetti e di realizzare tutti i sogni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il finale è arrivato - dice oggi Pupillo - ma rimane con noi tutta la trama della sua lunga vita, sazia di anni e di progetti, di cui farò e faremo tesoro. Le case che Angelucci ha disegnato ricordano un grande abbraccio: quello che ora vorrei dargli a nome di una città intera, grati per tutte le cose belle che ci ha lasciato. Ai familiari, agli amici arrivi il nostro abbraccio per la perdita di un vero maestro, un artista e un figlio di Lanciano che non dimenticheremo mai. Addio Luigi, buon viaggio", conclude, a nome di tutti i lancianesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali, i voti ricevuti da tutti i candidati consiglieri

  • Torna l’ora solare e guadagneremo un’ora in più di sonno

  • La sfida elettorale riparte: Di Stefano e Ferrara al ballottaggio per governare Chieti

  • Tra volti noti e nuovi ingressi, ecco chi entra in consiglio e chi può ancora sperare in un posto

  • Elezioni comunali 20-21 settembre 2020 a Chieti: i risultati definitivi

  • Preferenze candidati consiglieri del centrodestra con Fabrizio Di Stefano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento