Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità Vasto

Mancano le guardie mediche nell'Alto Vastese, Asl e Regione si impegnano con i sindaci a riaprire

L'assessore Verì e il direttore generale hanno incontrato una delegazione dopo la presentazione del progetto per il nuovo ospedale di Vasto

Schael e Verì (immagine di repertorio)

Regione e Asl si impegnano a far tornare operative le guardie mediche dell'Alto Vastese. È l'impegno preso questa mattina quando, a margine della conferenza stampa di presentazione del nuovo ospedale di Vasto, l'assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì e il direttore generale della Asl Thomas Schael hanno incontrato una delegazione di sindaci che hanno chiesto con forza la riattivazione delle postazioni di guardia medica sospese temporaneamente per mancanza di medici. 

Tutti hanno assunto l’impegno a trovare una soluzione: la Regione nell’arruolamento dei tirocinanti, la Asl nel coinvolgimento dei medici di medicina generale sul prolungamento degli orari negli ambulatori dei piccoli paesi, i sindaci nel reperire medici residenti nel territorio disponibili a coprire i turni nelle sedi scoperte. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancano le guardie mediche nell'Alto Vastese, Asl e Regione si impegnano con i sindaci a riaprire

ChietiToday è in caricamento