menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Code e disagi in autostrada: Confartigianato Trasporti chiede interventi concreti

Dure parole degli esponenti di Marche, Abruzzo e Puglia Gilberto Gasparoni, Gabriele Sillari e Michele Giglio

Gli esponenti del settore Trasporti di Confartigianato Marche, Abruzzo e Puglia, Gilberto Gasparoni, Gabriele Sillari e Michele Giglio, si scagliano contro i disagi continui sull'autostrada A14, con code chilometriche e il rischio di incidenti, a causa dei cantieri e dei restringimenti della carreggiata. 

"Gli utenti del trasporto merci e persone, imprenditori locali, turisti, fanno i conti con restringimenti della carreggiata, ritardi, pericoli e tempi di percorrenza inappropriati, pagando ingiustamente un pedaggio che invece dovrebbe essere temporaneamente abolito”, continuano i rappresentanti dei trasportatori delle tre regioni.

La scorsa settimana, infatti, Confartigianato Trasporti Marche, aveva sollecitato la vice presidente della commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici Patrizia Terzoni e la Sottosegretaria al ministero dello Sviluppo Economico Alessia Morani per richiedere lo sblocco immediato al ministero dei Trasporti delle barriere presenti sui viadotti della parte meridionale delle Marche.

"La viabilità - aggiunge il presidente della categoria Autotrasporto di Confartigianato Abruzzo Gabriele Sillari - non è più sicura per la presenza delle restrizioni imposte dalle ordinanze della magistratura di Avellino in particolare sui viadotti Vallescura e Santa Giuliana ancora sotto sequestro. Il dissequestro dei ponti - affermano gli esponenti delle tre associazioni di categoria - permetterebbe la riapertura immediata a due corsie di queste tratte e di tornare ad una situazione di normalità. I lavori di manutenzione delle gallerie sono andati avanti anche durante il lockdown, e pertanto ci aspettiamo la totale riapertura a fine luglio".

"Società Autostrade per l’Italia si sta muovendo per attuare misure straordinarie a tutela della pubblica e privata incolumità ed accelerare i lavori con turni di 24 ore, ma occorrono misure più efficaci per ripristinare una viabilità regolare e per una riduzione compensativa dei pedaggi", concludono i rappresentanti di categoria delle tre regioni Marche, Abruzzo e Puglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento