Attualità

Il carabiniere di Vasto non ce l'ha fatta: Carlo Pierabella vittima del Covid

Il militare 56enne era entrato nell’Arma nel 1983. Lascia la moglie e due figli

L’Arma dei Carabinieri piange la sua diciannovesima vittima. Nella serata di ieri, a causa delle complicanze di una polmonite da coronavirus, è deceduto il Brigadiere Capo Carlo Pierabella, addetto al Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Vasto. Il Comandante Generale e tutta l’Arma si stringono compatti intorno alla moglie e in particolare ai due figli.

Il militare, entrato nell’Arma nel 1983, ha prestato servizio al già 1° Battaglione Carabinieri Campania, in tre Stazioni della Regione Abruzzo e dal 2013 prestava servizio al citato Nucleo Operativo di Vasto.

Una vita dedicata al dovere, all’Istituzione e soprattutto ai cittadini. Aveva 56 anni.

Queste le parole di cordoglio del sindaco di Vasto, Francesco Menna:

Profondo dolore per la tragica notizia della morte di Carlo Pierabella, brigadiere capo con qualifica speciale, addetto al Nucleo operativo della Compagnia dei carabinieri di Vasto. Ricordo la gentilezza di Carlo, la competenza e la dedizione per il suo lavoro. Oggi l'Arma dei Carabinieri e la nostra città perdono una grande persona. Alla famiglia il cordoglio più sentito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il carabiniere di Vasto non ce l'ha fatta: Carlo Pierabella vittima del Covid

ChietiToday è in caricamento