È sepolta a Chieti la sorella ribelle di Padre Pio: nel cimitero monumentale la tomba di Pellegrina Forgione

La giovane diede scandalo restando incinta prima del matrimonio e l'onta non si cancellò dopo che il marito riconobbe il bambino e la sposò. In città era ricoverata al sanatorio San Camillo de Lellis, per curarsi dalla tisi

Foto Fai Chieti

È sepolta a Chieti Pellegrina Forgione, morta il 19 febbraio 1944 per la tisi. Un nome che ai più non dice nulla, anche se si tratta della sorella di uno dei santi più venerati degli ultimi anni, Padre Pio da Pietrelcina. In pochi, infatti, sanno che la sorella minore del frate santo era la "ribelle" di famiglia, protagonista di uno scandalo gravissimo per l'epoca: restò incinta del fidanzato prima del matrimonio. 

Un'onta terribile per una famiglia di modeste risorse nei primi anni del Novecento. E a nulla valse che Antonino Masone, padre di quel bambino, chiamato Angelomichele come il nonno, lo riconobbe e poi sposò Pellegrina. L'etichetta le rimase addosso a vita, anche quando il marito emigrò in America in cerca di fortuna, lasciandola sola con gli altri figli nati nel matrimonio. Dopo la partenza del marito, la giovane Pellegrina lasciò Pietrelcina. e non è ben chiaro se venne direttamente a Chieti, o se invece qui si trovò solo per cercare di curare la malattia che la affliggeva. Quel che è certo è che al sanatorio San Camillo De Lellis perse la vita e fu sepolta nella città che l'aveva ospitata per l'ultimo periodo. 

La tomba di Pellegrina Forgione, segnata dal tempo, è stata riscoperta dalla delegazione Fai di Chieti, guidata da Roberto Di Monte, che ha raccontato la sua storia nelle giornate d'autunno di qualche settimana fa, portando i visitatori nel cimitero monumentale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Lancia sassi alla ex e al nuovo fidanzato e sfonda la porta di casa: 30enne denunciato

Torna su
ChietiToday è in caricamento