menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riapre la chiesa di Santa Maria del Tricalle

Apertura almeno un fine settimana al mese. Il protocollo d'intesa è stato siglato tra Soprintendenza e delegazione FAI di Chieti

Torna aperta al pubblico la Chiesa di S.Maria del Tricalle a Chieti. Dopo l'evento di ieri sera su arte e mistero a cura della delegazione teatina del Fai, questa mattina La Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio dell'Abruzzo nella persona della dottoressa Rosaria Mencarelli ha sottoscritto il protocollo d'intesa con il capo delegazione del Fai di Chieti Roberto Di Monte.

Previste aperture in occasione degi eventi nazionali del Fai. Il 27 agosto alle 21,15 ci sarà invece l'evento "Tra sacro e profano:di-vino nell'arte" a cura di Valentina Muzii.

A partire da marzo 2020 fino a ottobre la chiesa sarà aperta nella seconda domenica del mese dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 15,00 alle ore 18,30, con possibilità di integrazione di apertura anche del secondo sabato del mese dalle ore 16 alle ore19.30.

“Con l’applicazione dell’articolo 6 del Codice dei Beni Culturali -dichiara la soprintendente Rosaria Mencarelli - possiamo valorizzare il patrimonio culturale e renderlo fruibile attraverso convenzioni con associazioni no-profit come il Fai, con il quale a Chieti collaboriamo da tempo”.

“Da tempo lavoravamo a questo protocollo - dichiara Roberto Di Monte,capo delegazione FAI di Chieti - che impegnerà i volontari dell’associazione a consentire la fruibilità della chiesa e di provvedere alla conservazione delle condizioni standard di decoro e pulizia del monumento".

La chiesa di S.Maria del Tricalle

santa maria del tricalle-2

È uno degli esempi più interessanti in Abruzzo di tempio a pianta centrale. Edificata nel 1317, probabilmente sui resti di un tempio pagano dedicato a Diana "Trivia", la chiesa fu riedificata e trasformata nel XV secolo, e poi ancora nel 1879. Divenne chiesa cimiteriale per i condannati a morte alla fine del XVIII secolo. L'edificio di culto, a pianta ottagonale in laterizio, conserva della costruzione trecentesca resti del porticato ed il semplice portale a sesto acuto in cotto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento