rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Attualità Atessa

Arap avvia i lavori di messa in sicurezza delle strade nell'area industriale Val di Sangro

Primi interventi all'incrocio pericoloso di via Genova, vicino alla Honda. Sopralluogo del presidente Savini e del consigliere regionale Febbo: "In progettazione altri interventi infrastrutturali"

Avvio dei lavori per la messa in sicurezza dell'incrocio di via Genova, vicino alla Honda, nella zona industriale Val di Sangro. Il presidente dell’Arap, Giuseppe Savini, ha effettuato venerdì un sopralluogo insieme al capogruppo regionale di Forza Italia, Mauro Febbo.

“È stata l’occasione per monitorare l’avvio dei lavori di rafforzamento per la sicurezza di un punto delicato di viabilità dei consorzi industriali nelle vicinanze dello stabilimento Honda – afferma Savini - progetto programmato con risorse proprie e che rappresenta il primo stralcio di interventi, in quanto sono in fase di progettazione altri interventi infrastrutturali che saranno, peraltro, diffusi su tutto il territorio regionale unitamente al rifacimento dell’asse viario per un totale di 186 chilometri”.

“Tutte queste attività sono state programmate con l’informativa data alle imprese in tempo reale – continua il presidente Arap - Vorrei sottolineare il fatto che il metodo adottato dal nuovo consiglio di amministrazione di Arap non è quello di annunciare le cose e poi non farle, ma di farle senza annunciarle, perché quello che conta per le imprese sono i fatti e non le promesse, per decenni rimaste inevase. Arap mantiene costante l’impegno per migliorare lo status dei luoghi in cui si fa impresa in Abruzzo e per questo, per non gravare sulle imprese, ha chiesto alla Regione un intervento economico attraverso la programmazione 2021–2027 dei fondi europei, al fine di non gravare sulle tasche di imprenditori, già vuote in questo difficile periodo per altri innumerevoli motivi”.

“Il presidente Marsilio e la sua giunta, e in particolare l’assessorato alle attività produttive guidato da Daniele D’Amario, perseguono questo obiettivo – dice ancora Savini - Ci auguriamo che altrettanto faccia il Comune di Atessa, il quale è fortunato rispetto agli altri comuni dell’area chietina, in quanto recepisce le tasse dalle imprese; tali esborsi degli imprenditori dovrebbero essere ridotti delle quote relative ai servizi come, a titolo esemplificativo, l’illuminazione, la pulizia e la manutenzione, che non sono erogati direttamente dal Comune, creando così una doppia tassazione. Colgo l’occasione - conclude il presidente Arap - per dare appuntamento a breve con il rinnovo di tutto il parco illuminazione pubblica delle strade consortili”.

Sull’argomento Febbo aggiunge: “Lo sforzo della giunta e del consiglio regionali, sin dall’inizio di questa legislatura, è andato nella direzione di rendere competitive le aree industriali attraverso le Zone economiche speciali (Zes) e gli investimenti infrastrutturali che vedono l’area della Val di Sangro al centro dell’interesse economico non solo della Regione e dell’Italia centrale, ma di tutte le imprese italiane che si rivolgono ai mercati domestici e internazionali. Le nostre imprese, in special modo quelle del settore automotive della Provincia di Chieti possono competere a livello internazionale solo attraverso il rafforzamento delle infrastrutture portuali e interportuali; il nostro sforzo sarà quello di concentrare le risorse proprio nella direzione auspicata dalle imprese abruzzesi e, in questo caso, dagli imprenditori che insistono in una delle aree produttive più importanti dell’Europa, come la Val di Sangro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arap avvia i lavori di messa in sicurezza delle strade nell'area industriale Val di Sangro

ChietiToday è in caricamento