Studenti al freddo e caos viabilità nel giorno in cui riaprono le scuole

Fra strade impraticabili e infiltrazioni d'acqua qualche genitore ha deciso comunque di lasciare i propri figli a casa. Martedì forse riapre il Vico. Argenio (M5s): "Emergenza e superficialità"

Dopo un mese le scuole riaprono a Chieti, ma le condizioni in cui versano alcuni istituti e la viabilità ancora piuttosto critica, specialmente sul colle, non rassicurano genitori e alunni. C’è chi questa mattina al suono della campanella ha scoperto che i riscaldamenti non erano accesi, chi ha avuto difficoltà a raggiungere gli istituti per via delle strade colabrodo e dei cumuli di neve che restringono le carreggiate o, ancora, per via dei bus che non circolavano. Qualcuno pur essendo arrivato a destinazione ha persino deciso di fare dietrofront senza lasciare il proprio figlio a scuola perché non si sentiva sicuro. 

SCUOLE SUPERIORI In città preoccupano moltissimo le condizioni dell’Itis Savoia con le carenze strutturali già denunciate fino a poche settimane fa e che, secondo chi frequenta l’istituto, potrebbero essersi accentuate dopo le forti scosse di terremoto avvertite mercoledì scorso. Qualche giorno fa davanti all’ingresso della scuola in via d’Aragona, sono scesi giù calcinacci danneggiando le auto in sosta.  Al liceo scientifico “Masci” gli alunni questa mattina hanno trovato il riscaldamento spento e hanno fatto lezione con il termometro che segnava 10 gradi, al liceo Gonzaga alla Civitella i vigili del fuoco hanno rimosso un albero caduto nel cortile.

Non è suonata invece questa mattina la campanella al liceo classico, liceo artistico e nelle scuole primaria e secondaria di I grado annesse al Convitto G.B. Vico su disposizione del dirigente scolastico Paola Di Renzo a causa delle “problematiche agli impianti degli ascensori causate da copiose infiltrazioni idriche conseguenti al discioglimento della neve caduta abbondantemente nei giorni scorsi” si legge nell’ordinanza. Uno spazzaneve è intervenuto nel cortile del Vico mentre in mattinata è atteso un altro sopralluogo da parte dei tecnici della Provincia e si sta valutando la probabile ripresa delle lezioni domani, martedì 24. LA SITUAZIONE NELLE ALTRE SCUOLE

STUDENTI IN CORTEO PER LA SICUREZZA

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Francavilla al Mare

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

  • 4 trucchetti utili per eliminare la sabbia in casa

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • Più di 20 mila posti di lavoro in Abruzzo: per un terzo si cercano figure introvabili

  • L'auto si sfrena e rischia di travolgere i visitatori del mercatino, ma una giovane coraggio la blocca

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

  • Incidente di un'acrobata durante il Macondo festival, pubblico con il fiato sospeso

Torna su
ChietiToday è in caricamento