menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

The Future Makers: c'è anche un ortonese tra i 100 talenti scelti

Si tratta di: Andi Gjika, 22 anni, maturità scientifica al liceo di Ortona e laurea in Ingegneria dell’automazione al Politecnico di Milano. C'è anche Gioia Maria Mariani, diplomata al liceo classico “Ovidio” di Sulmona

Ci sono anche due ragazzi abruzzesi fra i cento protagonisti della terza edizione di “The Future Makers”, il percorso di formazione che vedrà la prima fase da lunedì 14 a giovedì 17 maggio negli uffici di BCG Milano. Si tratta di un’iniziativa - organizzata da The Boston Consulting Group – rivolta a 100 fra i migliori studenti fra i 23 e i 26 anni, rappresentativi delle università più prestigiose d’Italia e d’Europa. Un progetto dal forte impatto: il 93% dei partecipanti delle prime due edizioni ha oggi un impiego.

L’obiettivo è contribuire alla formazione delle giovani generazioni, i leader del futuro, e offrire loro un’occasione di incontro e scambio con i rappresentanti della business e social community italiana e internazionale. Con il supporto dei rettori, gli studenti sono stati selezionati da Nord a Sud non solo sulla base del loro curriculum scolastico, ma anche della loro passione, della capacità di introspezione e comprensione dei grandi fenomeni.

 I due ragazzi abruzzesi sono Andi Gjika, 22 anni, maturità scientifica al liceo di Ortona e laurea in Ingegneria dell’automazione al Politecnico di Milano, un master in Finanza appena ottenuto all’EDHEC Business School di Nizza, in Francia e Gioia Maria Mariani, 24 anni, diplomata al liceo classico “Ovidio” di Sulmona e laureata in Economia e scienze sociali all’Università Bocconi di Milano, dove ha anche conseguito un master sulle stesse tematiche.

“The Future Makers è un’iniziativa formativa che continua ad avere un grande impatto sulla crescita professionale e personale dei giovani. Tra i partecipanti delle edizioni precedenti, che hanno terminato gli studi, oltre il 90% ha trovato lavoro. Anche quest’anno saranno quattro giorni intensi, in cui approfondiremo tematiche al cuore dello sviluppo della nostra società: dal digitale alla trasformazione del mondo industriale, dalle principali sfide dell’economia della cultura e della creatività fino alla ricerca scientifica. Un’occasione unica per restituire al Paese e investire nel futuro”, ha commentato Giuseppe Falco, amministratore delegato di The Boston Consulting Group Italia, Grecia e Turchia.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento