menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli abiti da sposa che si illuminano di led del "Pomilio" alla Maker Faire di Roma

Tanti visitatori allo stand allestito dai docenti e dagli studenti dell'istituto professionale nella kermesse degli artigiani digitali

Si è tenuta nei primi giorni di dicembre presso la Nuova Fiera di Roma la quinta Edizione  della “Maker Faire – The European Edition  4.0” una delle più importanti kermesse degli artigiani digitali che hanno esposto le più innovative soluzioni tecnologiche.

Sono stati 750 i progetti presentati dai maker di 40 Paesi e tra le numerose scuole candidate l’Istituto Umberto Pomilio di Chieti è stato scelto per gli abiti da sposa “Led me love you” progettati e realizzati in diverse fogge con raffinati tessuti arricchiti con una microtecnologia d’avanguardia. “Il dirigente scolastico prof.ssa Anna Maria Giusti unitamente ai docenti dei settori interessati hanno da subito creduto in questo importante progetto innovativo – sottolineano dalla scuola - che è stato attuato in sinergia tra due classi degli indirizzi “Produzioni Tessili Sartoriali” e “Manutenzione e Assistenza Tecnica - Elettrico Elettronico” nell’ambito dell’Alternanza Scuola Lavoro. Gli studenti hanno progettato e realizzato un loro prodotto, seguendo un percorso articolato in più fasi che vanno dalla ricerca di materiali allo sviluppo di nuove idee, dalla sperimentazione di nuove tecnologie alla progettazione e realizzazione di un prodotto moda, il tutto in un’ottica di innovazione all’insegna della creatività”.

Era  sono stati esposti nello stand riservato all’Istituto Pomilio all’interno della Maker Faire e hanno spalancato le porte della wearable technology, la tecnologia indossabile, grazie alla sperimentazione e all’utilizzo di tessuti canonici quali raso, tulle e chiffon, sapientemente lavorati e fusi con la microtecnologia più innovativa. Questo connubio ha garantito effetti scenografici coinvolgenti grazie a diverse modalità operative quali sequenze di accensioni predefinite, variazioni di luminosità sensibili alla luce ambientale, animazioni a ritmo di musica.

Lo stand, minuziosamente allestito dai docenti e dagli studenti del Pomilio, ha riscosso grande successo di pubblico, contando innumerevoli i visitatori tra le oltre 130.000 presenze registrate alla Maker Faire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento