rotate-mobile
Politica

"Il piano B per Teateservizi non esiste, l'amministrazione vada a casa": l'accusa di Pompilio (Azione Politica)

Il commento della consigliera comunale poche ore dopo la commissione Bilancio, in cui si è parlato anche del fallimento della società, decretato una settimana fa dal tribunale

"Il piano B per Teateservizi non esiste". È l'accusa della consiglieri comunale di Azione Politica Serena Pompilio, poche ore dopo la commissione Bilancio, in cui si è parlato anche del fallimento della società partecipata, decretato una settimana fa dal tribunale.

"Durante la commissione - dice Pompilio - il Comune è stato definito in stato di 'apnea'. Ieri scaricavano le responsabilità sulla vecchia amministrazione, oggi non si assumono la responsabilità di un piano concordatario insensato, domani caricano tutto sulle spalle del curatore. Puntano tutto sulla richiesta del l’esercizio provvisorio della Teateservizi da parte del curatore dimenticando, o non sapendo, che trattasi di un rimedio non per tutelare il Comune, ma la società fallita e i propri creditori; esercizio provvisorio, peraltro, non concesso in sede collegiale. Perché allora il tribunale dovrebbe concederlo dopo soli pochi giorni alle stesse condizioni? Esercizio provvisorio che potrebbe essere tranquillamente non richiesto".

"Sostengono - incalza Pompilio - che la Teateservizi beneficherebbe dell’aggio! Ma l’aggio era stato duramente contestato dall’Anticorruzione in tema di legittimità. Insomma, è chiaro che stanno fermi, facendo incontri con i lavoratori creando illusioni in campagna elettorale, senza un piano B che già doveva esserci. Faranno un affido temporaneo? Una gara europea? Attendono. Cosa aspettano? Già i parcheggi (che abbiamo appreso oggi essere non redditizi) sono fuori. E allora? Non sanno che pesci prendere però parlano di 'speranze'. Rinnovo l’invito: andassero a casa per il bene della città", è l'affondo della consigliera comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il piano B per Teateservizi non esiste, l'amministrazione vada a casa": l'accusa di Pompilio (Azione Politica)

ChietiToday è in caricamento