rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Politica

Morti improvvise in Abruzzo: risoluzione in consiglio regionale per monitorare e ridurne l'incidenza

A presentarla il consigliere regionale Marco Cipolletti: la risoluzione è la numero 85/v sulla 'campagna di monitoraggio a mezzo di riscontro diagnostico nei casi di morte improvvisa verificatisi in territorio regionale'

Una risoluzione sulla campagna di monitoraggio a mezzo di riscontro diagnostico nei casi di morte improvvisa verificatisi sul territorio è stata presentata dal consigliere regionale, Marco Cipolletti.

"Al fine di ridurre l'incidenza della morte cardiaca improvvisa sono necessarie strategie globali e collaborative maggiormente audaci ed innovative" ha detto a LaPresse il consigliere regionale.

Lo stesso poi ha aggiunto: "La maggioranza delle persone che muoiono improvvisamente non sono sottoposte a riscontri diagnostici eppure esiste la possibilità di uno screening genetico, la cosiddetta autopsia molecolare che può rappresentare l'unica possibilità di fare diagnosi ed è fondamentale anche per individuare eventuali familiarità - ha aggiunto Cipolletti - Dunque esistono strumenti in grado di prevenire nuovi casi di morte improvvisa anche nella famiglia. Questa risoluzione - ha spiegato - chiede solo un impegno, lo fa senza neanche prospettare aumenti di costi per la struttura. Il riscontro diagnostico è già previsto dal nostro ordinamento e, in questo caso, va solo sollecitato o meglio spiegato. Questo 'messaggio salvavita' avrà un impatto fortissimo dal punto di vista politico e produrrà un cambio della regolamentazione che rende il riscontro obbligatorio soprattutto nei casi di morte cardiaca improvvisa in giovane età".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti improvvise in Abruzzo: risoluzione in consiglio regionale per monitorare e ridurne l'incidenza

ChietiToday è in caricamento