rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Politica

Fratelli d'Italia sul caso De Luca: "Altro che inviti, al presidente della Regione Campania andrebbero chieste le dimissioni"

I parlamentari di FdI: “La sinistra non ha il senso delle istituzioni” e rispondendo al coordinatore di Italia Viva, D’Alessandro, dicono: “Gli abruzzesi, il 10 marzo, sapranno chi spazzare via”

“Siamo arrivati al paradosso, al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca andrebbero chieste le dimissioni per evidente incompatibilità tra il comportamento che assume ed il ruolo istituzionale che ricopre e in Abruzzo c’è chi lo difende e, senza vergogna, lo invita come se fosse un bell’esempio da seguire". È il commento dei parlamentari abruzzesi di Fratelli d’Italia, Etelwardo Sigismondi, Guido Liris e Guerino Testa dopo le dichiarazioni di Camillo D'Alessandro, presidente regionale di Italia Viva, che nello schierarsi com il governatore della Campania nella battaglia contro l'autonomia differenziata, ha definito le offese al presidente Meloni come semplici battute.

"Questo - chiosano da FdI - è il vero volto della sinistra che non ha il senso delle istituzioni. Nel ridurre le volgari offese ed il linguaggio violento usati da De Luca contro il presidente del Consiglio, Meloni, e nei confronti di una donna a delle ‘battute’ non c’è nulla di civile e, di fatto, si mostra lo spessore politico di chi lo afferma. Il 10 marzo, dentro le urne, gli abruzzesi sapranno cosa e chi spazzare via”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli d'Italia sul caso De Luca: "Altro che inviti, al presidente della Regione Campania andrebbero chieste le dimissioni"

ChietiToday è in caricamento