menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio comunale: chi esce e chi entra, con Di Paolo ago della bilancia

Ecco i nomi illustri dei consiglieri non riconfermati e dei volti nuovi a palazzo d'Achille. In attesa dell'esito del ballottaggio e di un eventuale apparentamento della coalizione dell'ex vice sindaco con uno dei due contendenti

Fra i non eletti certi di questa ultima tornata elettorale ci sono alcuni nomi “illustri”, che speravano di riconquistarsi un seggio a palazzo d’Achille. A centrodestra spiccano l’assessore uscente allo Sport Marco Russo, dell’Udc, il collega di giunta Dario Marrocco, che ha ereditato la carica di Ivo D’Agostino alle Politiche della Casa, ma non è stato premiato nelle file della lista Noi Domani. Nessuna riconferma per il consigliere uscente Emiliano Vitale, di Forza Italia. Restano fuori, fra i ricandidati, anche Stefania Donatelli e Donato Tacconelli di Ncd.

A centrosinistra non ce l’hanno fatta Gabriele Salvatore e Renato Di Salvatore del Partito Democratico, e Bassam El Zohbi, eletto cinque anni fa con l’Idv, oggi ricandidati nella lista Centro Democratico. Resta fuori Riccardo Di Gregorio, capogruppo di Rifondazione, che si è candidato con L’Altra Chieti di Enrico Raimondi. E le urne non hanno premiato Silvio Tavoletta, eletto nel 2010 con Fli, poi passato all’opposizione, oggi candidato nella lista Chieti per Chieti.

Quanto alla composizione del nuovo consiglio, tutto dipende dal contendente che, fra Umberto Di Primio e Luigi Febo, uscirà vincitore dalla sfida del ballottaggio il prossimo 14 giugno. E, soprattutto, dall’eventuale alleanza di uno dei due con Bruno Di Paolo, che di fatto diventa l’ago della bilancia di questa composizione elettorale.

I dieci candidati più votati domenica scorsa sono stati Giuseppe Giampietro (Identità teatina), Mario Colantonio (Forza Italia), Carla Di Biase (Ncd), Alessandro Marzoli (Pd), Liberato Aceto (Noi Domani), Antonio Viola (Udc), Diego Costantini (Ncd), Pietro Diego Ferrara (Chieti per Chieti), Alessio Di Iorio (Pd), Filippo Di Giovanni (Pd). A questi 10 spetterà in ogni caso un posto in consiglio, o nelle file della maggioranza, o dell’opposizione. Siederanno certamente in consiglio anche Enrico Raimondi, candidato sindaco de L’Altra Chieti, e i gli esponenti 5 stelle Ottavio Argenio, Manuela D’Arcangelo e Luca Amicone.

I consiglieri certi di centrodestra sono, oltre a quelli già citati, Alessandro Bevilacqua (Forza Italia), Stefano Rispoli (Forza Italia), Marco Di Paolo (Identità Teatina), Clara Ricciardi (Udc). Mentre avranno un posto in consiglio solo in caso di vittoria di Umberto Di Primio Marco D’Ingiullo (Forza Italia), Stefano Costa (Forza Italia), Roberto Melideo (Ncd), Franco Di Pasquale (Ncd), Graziano Marino (Identità teatina), Emilia De Matteo (Forza Italia), Raffaele Di Felice (Ncd), Nicola Rapposelli (Identità teatina).

Nello schieramento di centrosinistra, invece, siederanno certamente in consiglio,oltre ai già citati, in caso di vittoria di Umberto Di Primio, il candidato sindaco Luigi Febo, Chiara Zappalorto (Pd), Marco Marino (Pd), Maria Di Felice (Pd), Anna Teresa Giammarino (Chieti per Chieti), Renata Sablone (Centro Democratico). A questi si aggiungerebbero, in caso di vittoria di Luigi Febo al ballottaggio, Cinzia Di Vincenzo (Partito Democratico), Luca Caratelli (Partito Democratico), Alessandro Giardinelli (Pd), Enrico Iacobitti (Pd), Serena Pompilio (Chieti per Chieti), Andrea De Deo (Chieti per Chieti) Ennio Marrone (Centro Democratico), Gianni Di Paolo (Chieti Domani), Gianni Di Labio (Uniti x Febo). A meno di apparentamenti con la coalizione di Bruno Di Paolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento