Di Paolo (Giustizia Sociale) non si ricandida: "Basta sedere in consiglio per più di due mandati"

Il consigliere comunale di opposizione, già candidato sindaco nel 2015, propone un “patto d’onore” tra tutte le forze politiche cittadine

Basta sedere in consiglio per più di due mandati: lo propone Giustizia Sociale che annuncia di non candidare alla prossima tornata elettorale nessun consigliere comunale uscente “per dare ai cittadini di Chieti un segnale di rinnovamento politico-istituzionale vero”.

Il consigliere comunale di opposizione Bruno Di Paolo, già candidato sindaco nel 2015, dunque non si ricandiderà e propone un “patto d’onore” tra tutte le forze politiche cittadine “che sancisca in maniera inequivocabile che i consiglieri comunali con due o più mandati alle spalle non debbano essere ricandidati”.

Un invito, in realtà, già lanciato in passato da Giustizia Sociale e caduto nel vuoto a Chieti. “Viviamo un momento storico della nostra città in cui è palpabile la preoccupazione per il futuro dei giovani che marcano  i contorni di una forte sfiducia nei partiti, soprattutto perché ogni volta promettono cambiamenti che puntualmente non arrivano” dice Di Paolo rivolgendosi anche ai tanti i consiglieri comunali di lungo corso “che disinvoltamente si propongono come il nuovo  che avanza, proclamando cambiamenti di ogni genere solo per riassicurarsi ancora una volta un comodo posto a Palazzo d’Achille”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La proposta di Giustizia Sociale è dunque che non si possa sedere in consiglio per più di due mandati. “Dieci anni – sottolinea Di Paolo - sono infatti più che sufficienti ad agire in difesa della propria città e a lasciare un’impronta del proprio lavoro, se si è davvero degli abili amministratori. Auspichiamo che gli altri partiti riescano a cogliere il senso positivo della nostra proposta e che vogliano anteporre, una volta tanto, gli interessi di Chieti e dei teatini alla solita ipotesi di un pugno di voti in più che potrebbero arrivare (secondo copione)  candidando per l’ennesima volta i soliti consiglieri comunali storici”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Elezioni comunali, i voti ricevuti da tutti i candidati consiglieri

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • La sfida elettorale riparte: Di Stefano e Ferrara al ballottaggio per governare Chieti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento