menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verso il ballottaggio: il Movimento 5 stelle sostiene Ferrara, ma non c'è l'apparentamento

Il candidato Amicone rompe il silenzio dopo qualche giorno e chiede ai suoi sostenitori di appoggiare "la possibilità di cambiare Chieti"

La eco del governo nazionale "giallorosso", alla fine, è arrivata fino a Chieti. Perché il candidato sindaco del Movimento 5 stelle, Luca Amicone, che al primo turno ha ottenuto il 6,74% dei voti, dopo qualche giorno di silenzio post elettorale si è esposto. "La tornata elettorale per noi non è finita - dice - siamo ancora in campo".

"Dopo aver riscontrato una intesa sui temi e su una nuova modalità di amministrare la città - dice - con il mio gruppo sosterremo Diego Ferrara al ballottaggio, nella convinzione che possa incarnare, insieme ai nuovi volti emersi in questa tornata elettorale, la vera rinascita per Chieti". 

Non si tratta, però, di un apparentamento ufficiale, bensì di un'indicazione di voto ai simpatizzanti del Movimento 5 stelle. 

Un appoggi, seppure informale che non era scontato, ma che potrebbe rimescolare le carte in tavola in vista del ballottaggio di domenica 4 e lunedì 5 ottobre, quando le urne sceglieranno il prossimo sindaco di Chieti tra Ferrara (centrosinistra) e Fabrizio Di Stefano (centrodestra). 

"Chieti - prosegue Amicone è di fronte alla possibilità di una svolta. Dopo 10 anni di mal governo della città si sta concretizzando la possibilità di percorrere una strada diversa a Chieti. Il Movimento 5 stelle si è proposto con un approccio di rottura rispetto al passato con l’obiettivo di risvegliare una città rassegnata al proprio destino; il seme è stato piantato e adesso c’è bisogno di continuare a lavorare insieme alla squadra che mi ha sostenuto durante questa avventura per far nascere buoni frutti. La possibilità di cambiare Chieti è all’orizzonte, non ci fermeremo proprio adesso. Dobbiamo tutti insieme determinare la discontinuità con il passato, rompere con chi ha ridotto Chieti a una città spenta e con poche opportunità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento