menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni comunali, Maurizio Formichetti si tira fuori: "Due mesi di chiacchiere inutili"

Il funzionario della Prefettura molto impegnato nel settore sportivo teatino era stato indicato da Mauro Febbo (Forza Italia) come candidato sindaco ideale del centrodestra

Maurizio Formichetti si ritira dalla corsa a sindaco. Il funzionario della Prefettura, impegnato nel settore sportivo cittadino, negli ultimi mesi era stato indicato a più riprese da Mauro Febbo (Forza Italia) come “candidato ideale per il centrodestra”. Alla candidatura di Fabrizio Di Stefano (Lega), la controproposta di Forza Italia era stata di scegliere il candidato della coalizione attraverso le primarie dove, appunto, a correre per Forza Italia sarebbe stato Maurizio Formichetti.

“Dopo due mesi di chiacchiere inutili però – dice Formichetti -  si è arrivati alla certificazione che le primarie mai si svolgeranno, con lo scorrere del tempo questa certezza è stata minata e alla fine messa da parte".

Due mesi nei quali Formichetti racconta di aver avuto "colloqui e proposte per scendere in campo diversamente dalla mia adesione alle primarie ma che alla luce della mia esposizione alle stesse, per correttezza ed educazione, non ho preso in considerazione alcuna iniziativa, nonostante siano state pubblicizzate".

Alla luce di questo l'ormai ex candidato in area centrodestra ritiene che "sia arrivato il momento di dire basta a tutte le richieste della politica, sia a quelle numerose che sono giunte da tanti cittadini che ringrazio per la forte considerazione mostrata che da quelle dei rappresentanti delle forze politiche che mi hanno cercato, ponendo così fine sia alla mia volontà di dare un concreto contributo alle tante criticità della città ma anche alle tante gratuite illazioni e risentimenti che hanno contraddistinto questi due mesi".

Infine, Formichetti conclude con un augurio "a coloro che rappresenteranno i cittadini nelle prossime elezioni, augurando che ci sia una pacificazione e una condivisione che riporti la città di Chieti al ruolo che merita".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento