menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chieti Viva sul ballottaggio: "Noi in una posizione di terzietà ma contrari al candidato della Lega"

Il consigliere uscente Alessandro Marzoli spiega il mancato accordo con Ferrara e la posizione della lista per il ballottaggio del 4 e 5 ottobre

Dopo il mancato apparentamento tra Chieti Viva e il candidato sindaco del centrosinistra, Diego Ferrara è l'ispiratore della lista, Alessandro Marzoli a intervenire dopo una lunga riunione insieme ai candidati con i quali nel primo turno ha sostenuto il candidato sindaco Bruno Di Iorio.

"In queste ore - dice Marzoli - si è parlato molto di apparentamenti, di accordi e del ballottaggio di domenica prossima. Come Chieti Viva in questi giorni abbiamo provato a costruire ponti e portare i nostri valori e la nostra proposta politica al centro della discussione. Con un grande sforzo, nella consapevolezza che Forza Chieti non avrebbe potuto seguire la nostra strada, avevamo trovato un’intesa con il candidato sindaco Diego Ferrara, da siglare davanti ai cittadini, che però, nostro malgrado, non si è concretizzata per un ripensamento dello stesso Ferrara".

Una decisione che spinge Marzoli e la sua lista "in linea con la campagna elettorale per Bruno Di Iorio, che rimarrà coerentemente guida del nostro progetto civico" a porsi "in una posizione di terzietà perchè - continua Marzoli - siamo sempre stati convinti che l’unione di tutte le forze alternative alla continuità con il passato fosse la via corretta per dare un governo diverso alla città e abbiamo ritenuto giusto rimanere coerenti e leali alle nostre idee e al nostro percorso, non potendo accettare l'esclusione del nostro candidato sindaco dall’intesa".

Rivolgendosi agli elettori di Chieti Viva, il consigliere uscente spiega che "la scelta del futuro sindaco non possa non considerare il disastro dell’amministrazione uscente di questi anni, di cui il candidato della Lega è l’evidente continuità. I nostri tanti elettori, che ringraziamo per il sostegno sincero e le telefonate di queste ore, e che ci spingono a proseguire sulla strada di un progetto davvero diverso per Chieti, sapranno come scegliere per il meglio domenica prossima, nell’evidenza che lo stato in cui versa Chieti ha chiare e precise responsabilità di una classe politica che, come diciamo da anni, merita un profondo rinnovamento nei volti e nelle idee. Senza dubbio un sindaco imposto dalla Lega che porta con sé tutti gli amministratori comunali che in oltre vent’anni hanno già dato prova di sé non sarà mai la nostra scelta nel ballottaggio di domenica e lunedì. Il ritorno al passato è ciò che Chieti Viva, fin dall’inizio, ha cercato in tutti i modi evitare e ci vedrà sempre schierati dall’altra parte".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento