rotate-mobile
Elezioni comunali 2020

Aperitivo elettorale per tre candidati sindaco su sei: un brindisi al "politically correct"

Di Stefano e De Cesare hanno raccolto l'invito dell'esponente del centrosinistra Ferrara, a un incontro per concordare "una campagna elettorale senza colpi bassi"

Aperitivo per tre candidati sindaco su sei (considerando anche il candidato del Movimento 5 stelle, Luca Amicone, non ancora ufficializzato, ndc), ieri sera, al bar Piazzetta teatro in via Arniense. L'invito era partito dal candidato del centrosinistra Diego Ferrara, che aveva chiesto agli avversari politici di riunirsi intorno a un tavolo per invitarli a una sfida elettorale corretta, su temi e contenuti, anziché usare attacchi personali e colpi bassi.

L'invito è stato raccolto dal candidato del centrodestra Fabrizio Di Stefano e da Paolo De Cesare, che invece guida una coalizione di cinque liste civiche. 

"Auspichiamo - ha detto Ferrara - che la campagna elettorale da poco iniziata rimanga nei binari della correttezza personale, dei toni e dei linguaggi. La nostra presenza questa sera ne è un auspicio, ma anche una conferma. Le asprezze politiche sui contenuti e sui programmi non mancheranno, ma ci impegniamo che non vadano mai oltre il limite della buona educazione. Personalmente, spero che queste elezioni a Chieti diventino un piccolo laboratorio politico per i partiti nazionali affinchè il 'politically correct' sia riconosciuto come metodologia di lavoro".

Ferrara ha poi rivolto "un saluto doveroso ai mancanti dell'incontro, Di Iorio e Carapelle, assenti per motivi lavorativi e personali. Auspichiamo di poterli incontrare in futuro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aperitivo elettorale per tre candidati sindaco su sei: un brindisi al "politically correct"

ChietiToday è in caricamento