Amicone (5 stelle): "Chieti deve diventare il maggior centro culturale d'Abruzzo"

Nel programma del candidato sindaco un tavolo permanente con Soprintendenza archeologica, polo museale, teatro Marrucino e rappresentanti del mondo associativo

“Il centro storico di Chieti, colpito da un lento e inesorabile declino, deve diventare il maggior attrattore culturale dell’Abruzzo”. È il punto programmatico sulla cultura del candidato sindaco del Movimento 5 stelle, Luca Amicone. 

“La città - spiega - ha tutte le caratteristiche per mettere in campo un'offerta culturale senza competitor sul territorio, ma c'è bisogno di una strategia che esca fuori dai soliti schemi con l'obiettivo di valorizzare, a sistema, tutti i tesori della città. A pochissimi passi tra loro abbiamo il teatro Marrucino, Chieti sotterranea, i palazzi storici lungo tutto il corso, la villa comunale, la cattedrale, le varie piazze del centro, due musei ed edifici di proprietà del comune di pregio ma poco valorizzati come la ex caserma Pierantoni”, prosegue Amicone.

“Prima di tutto ho intenzione di creare un tavolo permanente con Soprintendenza archeologica, polo museale, teatro Marrucino e rappresentanti del mondo associativo, con l'obiettivo di elaborare le proposte culturali per la città. Lavorerò costantemente con le associazioni culturali, in quanto le ritengo la vera ricchezza della città, sempre sottovalutate dai politici”, aggiunge il pentastellato.

“Le migliori idee provengono da loro, proposte su proposte che hanno bisogno solo di una regia che può essere incarnata dall’amministrazione comunale e che può diventare il cartellone dell’offerta culturale di Chieti. Chieti può diventare un grande salotto di giorno e una sobria movida la sera, c'è bisogno solo di una visione moderna e di un'amministrazione aperta a tutte le proposte culturali”, conclude Luca il candidato sindaco.

Il progetto è sostenuto anche dalla candidata consigliera Lucia Scogna, insegnante di musica, che auspica la promozione degli "artisti di tutte le estrazioni, provenienti dal territorio teatino, che hanno dato lustro alla nostra città in giro per il mondo, pubblicando sul sito internet del Comune le loro opere più rappresentative e creando con loro un canale di comunicazione diretta”.

Per il candidato Antonio La Corte, pittore candidato consigliere, bisogna "promuovere un premio di pittura estemporanea a Chieti, coinvolgendo gli imprenditori locali e i commercianti e valorizzandone le opere”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Elezioni comunali, i voti ricevuti da tutti i candidati consiglieri

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • La sfida elettorale riparte: Di Stefano e Ferrara al ballottaggio per governare Chieti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento