rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Politica

Costa denuncia: "Gravi inadempienze nella ricostituzione del consiglio comunale"

Il consigliere comunale accusa l'amministrazione Ferrara dopo le nomine dei nuovi assessori

Gravi inadempienze nella ricostituzione del consiglio comunale di Chieti: è quanto denuncia il consigliere di opposizione Maurizio Costa riferendosi a quanto accaduto il 29 dicembre scorso, quando il sindaco Ferrara, ha provveduto a nominare i nuovi assessori in sostituzione di Enrico Raimondi e Mara Maretti. "Tra questi - sottolinea il consigliere Costa -  anche la ex consigliera Alberta Giannini, promossa a componente della giunta per la difesa a spada tratta del sindaco".

A seguito di questi atti, come evidenzia il consigliere, "l’amministrazione avrebbe dovuto provvedere, a mente degli artt. 38, comma 8) e 64, commi 1) e 2), del D.lgs. n. 267/2000  a surrogare il componente nominato assessore. Ad oggi, però, la coppia Ferrara e Febo, alle prese con le beghe per far quadrare i conti (anzi, le poltrone), non è capace nemmeno di convocare un consiglio comunale. Infatti, nel mese di gennaio, le sedute della conferenza dei capigruppo sono andate deserte perché proprio alcuni dei componenti della rimaneggiata maggioranza, non si sono presentati. Così facendo, l’attività amministrativa è praticamente paralizzata. Mentre l’Anac, la Corte dei conti e altri enti deputati al controllo, continuano a sollecitare risposte da Ferrara e i suoi, il sindaco, inspiegabilmente, racconta favole alla popolazione, rassicurandola sulla bontà di quello che stanno facendo.

Costa conclude auspicando che " chi deve vigilare, intervenga il più presto possibile, ripristinando la legalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costa denuncia: "Gravi inadempienze nella ricostituzione del consiglio comunale"

ChietiToday è in caricamento