rotate-mobile
Politica

"I cani di Pescara ospitati a Chieti": la proposta della deputata Daniela Torto (M5S)

La parlamentare abruzzese interviene sulla chiusura del canile pescarese, malgrado i fondi ricevuti dal Comune: "L'amministrazione teatina si dimostra più attenta e civile"

Potrebbero finire a Chieti i 38 cani “sfrattati” dal canile di Pescara (della chiusura della struttura ne parla IlPescara in questo articolo). La proposta arriva dalla deputata teatina del Movimento 5 Stelle, Daniela Torto.

“La notizia della chiusura del canile di Pescara è davvero preoccupante – interviene sulla vicenda Torto - I politici locali parlano dell’unione per la formazione della Grande Pescara, ma intanto non riescono neanche a collaborare per tenere in piedi un canile. Il grado di civiltà di una grande città si vede anche dalla capacità di gestire un canile rifugio per occuparsi del benessere dei cani e della sicurezza di animali e cittadini”.

“Io stessa come parlamentare ho presentato un emendamento nella scorsa legge di bilancio per finanziare i comuni in difficoltà e Pescara è stato uno dei comuni ad essere finanziato. Eppure, nonostante l’arrivo di quelle risorse, non sono stati in grado di realizzare nulla. La cosa ancor più preoccupante è che ora i cani saranno spostati nel canile di Civitella Casanova, dove sono state già segnalate più volte, anche da articoli di cronaca, la situazione di degrado e le condizioni pessime nelle quali sono tenuti gli animali. Invito l’amministrazione a mettersi d’accordo, ma chiederò all'assessore del comune di Chieti, Fabio Stella – annuncia Torto - di adoperarsi per trovare una sistemazione adeguata agli animali, visto che l’amministrazione teatina sta dimostrando molto più attenta e civile di quella di Pescara, che continua a fare orecchie da mercante”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I cani di Pescara ospitati a Chieti": la proposta della deputata Daniela Torto (M5S)

ChietiToday è in caricamento