Il Castello di Semivicoli è la prima struttura turistica abruzzese a ottenere la certificazione EMAS

La certificazione Eco-Management and Audit Scheme è un sistema comunitario per migliorare la propria efficienza ambientale

Riconoscimento 'green' per il castello di Semivicoli: il raffinato relais de charme immerso fra le colline teatine è la prima struttura turistica abruzzese e l’ottava in tutta Italia a ottenere l’importante certificazione EMAS (Eco-Management and Audit Scheme). Si tratta di un sistema comunitario di ecogestione
e audit, a cui possono aderire volontariamente le imprese e le organizzazioni che desiderano impegnarsi nel valutare e migliorare la propria efficienza ambientale.

L’adesione ad EMAS comporta l’adozione di un sistema di gestione ambientale conforme al regolamento EMAS, allo scopo di attuare un miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali e di pubblicare una dichiarazione ambientale. Un imprescindibile strumento per informare cittadini e consumatori sulle prestazioni ambientali di aziende ed organizzazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ un risultato che ci riempie di soddisfazione, perché la sostenibilità ambientale è un obiettivo fondamentale per la nostra azienda nel suo complesso” – afferma l’amministratore unico di Masciarelli Tenute Agricole, Marina Cvetic - “La certificazione EMAS non è soltanto una valutazione volontaria delle attuali performance aziendali, ma uno strumento dinamico che permette di migliorarsi costantemente, nello sforzo di ridurre progressivamente i consumi di materie prime e i rifiuti non solo del processo di produzione ma dell’azienda nel suo complesso”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento