menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ambiente: il Comune di Chieti ottiene la certificazione EMAS fino al 2018

Il Sistema comunitario di ecogestione e audit. Chieti e Mantova gli unici due capoluoghi di provincia in Italia certificati. Bevilacqua: "Vantaggi economici e semplificazione burocratica”

Il Comune di Chieti ha conseguito, per i prossimi tre anni, l’inserimento nel registro europeo EMAS, il massimo riconoscimento ottenibile in Europa da una organizzazione privata o pubblica in ordine al raggiungimento degli obiettivi quali-quantitativi di politica ambientale. Lo ha annunciato l’assessore alle Politiche Ambientali, Alessandro Bevilacqua nel corso di una conferenza stampa, questa mattina, assieme al sindaco Umberto Di Primio e al  consulente ambientale del Comune, Giustino Angeloni. 

La certificazione consentirà di facilitare l’ottenimento di finanziamenti europei e nazionali, nonché la semplificazione burocratica di procedure complesse. “L’ottenimento dell’importante certificazione – ha spiegato Bevilacqua -  comporterà anche vantaggi economici quali la possibilità di non dover rilasciare lunghe ed onerose garanzie fideiussorie nel caso di chiusura di discariche sul territorio comunale e pone al riparo il nostro territorio dalla realizzazione di impianti di forte impatto ambientale che non potrà essere imposta da enti sovraordinati”.

Un iter che affonda le sue radici nel 2009, quando il Comune di Chieti si era dotato del sistema di gestione ambientale ISO 14001 per la valutazione interna di aspetti ambientalmente rilevanti e del loro impatto sul territorio. A febbraio del 2014 è arrivata la prima certificazione EMAS che ora è stata confermata per i prossimi tre anni. 

Non basta. Chieti sarà infatti uno dei 30 capoluoghi di provincia che adotteranno l’innovativo sistema di monitoraggio “Smartness in Waste Management”, che permetterà di promuovere interventi di riduzione della produzione dei rifiuti sul territorio e di comunicare ai cittadini, attraverso una app, le informazioni relative alla raccolta differenziata e al riciclo. Il progetto è frutto di un protocollo d’intesa siglato tra il Ministero dell’Ambiente e Ancitel Energia e Ambiente. “Il nuovo sistema di monitoraggio – hanno annunciato dal Comune - sarà illustrato ai cittadini nel corso di un convegno che si svolgerà alla fine di gennaio”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento