Cultura

Shoah, Millanta e De Nitto vincono il premio Settimia Spizzichino

Il monologo ha trionfato su altri 178 elaborati provenienti da tutta Italia. La trilogia scritta da Peppe Millanta debutterà presto in Abruzzo

Peppe Millanta

Il monologo “Rukelie” dell'autore francavillese Peppe Millanta, diretto e interpretato da Antonio De Nitto, si è aggiudicato la III edizione di“Settimia Spizzichino e gli anni rubati”, premio dedicato alla memoria di Settimia Spizzichino, reduce della Shoah e unica donna sopravvissuta al rastrellamento del ghetto di Roma. La cerimonia si è svolta al Teatro Antigone di Roma.

Il monologo ha trionfato su altri 178 elaborati provenienti da tutta Italia, aggiudicandosi tutte le categorie del concorso organizzato dalla Compagnia Iposcenio. Nello specifico ha vinto il prestigioso “Premio Settimia Spizzichino”, assegnato all'unanimità e con il massimo punteggio da una giura composta da storici della Shoah ed esponenti della Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, e si è classificato al primo posto nelle categorie “Miglior Monologo”, “Miglior Regia”, “Miglior Attore”, e al secondo nella categoria “Miglior Testo”, dopo il giudizio della Giuria Tecnica.

Il monologo è dedicato al pugile sinto Johann Trollmann, conosciuto come Rukelie, che osò sfidare il regime nazista perdendo la vita in un campo di sterminio. E' la prima parte di una trilogia che l'autore Peppe Millanta, con la sua “Scuola Macondo – l'Officina delle Storie”, e l'attore pugliese Antonio De Nitto stanno dedicando alle storie dimenticate dello sterminio nazista. La trilogia debutterà in Abruzzo tra pochi mesi.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shoah, Millanta e De Nitto vincono il premio Settimia Spizzichino

ChietiToday è in caricamento