menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mattinate Fai d'inverno alla scoperta di chiese, centri storici e palazzi cittadini

Da lunedì 26 novembre a sabato 1 dicembre gli allievi delle scuole, accompagnati dagli apprendisti ciceroni, accoglieranno gli studenti nei luoghi aperti per l'occasione

Tornano per il settimo anno consecutivo le Mattinate FAI d’Inverno, l’ evento nazionale del FAI – Fondo Ambiente Italiano dedicato al mondo della scuola nel quale gli studenti sono chiamati a mettersi in gioco per scoprire le loro città indossando, insieme agli Apprendisti Ciceroni, i panni di narratori raccontando ai visitatori il valore di questi beni e le storie che custodiscono.

Da lunedì 26 novembre a sabato 1 dicembre 2018 gli allievi delle scuole, accompagnati dagli apprendisti ciceroni, accoglieranno gli studenti nelle chiese, nelle aree archeologiche, nei centri storici, nei palazzi cittadini e delle istituzioni.

Quest’anno il FAI dedica particolare attenzione al tema dell’acqua, grazie alla campagna #salvalacqua saranno visitabili inoltre le terme romane, gli acquedotti, le fontane e le riserve naturali e tutti gli itinerari che si sviluppano lungo gli incantevoli corsi d’acqua abruzzesi. 

Nel capoluogo teatino in occasione del bicentenario della fondazione del Teatro Marrucino (1818-2018) la delegazione locale apre le porte del teatro alle scuole. Le visite saranno a cura dell’ITCG Galiani-De Sterlich e del Liceo Scientifico F. Masci.

A Vasto sarà visitabile il complesso termale dell’antica Histonium, il più esteso fra quelli rinvenuti nella costiera adriatica  ubicato in una posizione incantevole dalla quale è possibile godere della vista del “golfo d’oro”. Le visite saranno a cura del Polo Liceale “Pantini Pudente”, dell’Istituto Tecnico Statale Economico Tecnologico “Filippo Palizzi” e del Polo Liceale “R. Mattioli”.

Tra i beni visitabili in Abruzzo troviamo anche la Chiesa S. Maria In Valleverde a Celano, la Sala Aternum del palazzo comunale a Pescara. E ancora: la Chiesa della Madonna del Carmine, la Chiesa di Sant’Antonio da Padova, la Chiesa di Santa Filomena, la Chiesa di Santa Maria Maggiore, la Chiesa della SS Trinità a Vasto, il Palazzo Municipale di Avezzano, la Chiesa di S. Giovanni Battista, la Chiesa con l’ingresso “rovesciato”, la Chiesa di San Michele a Celano, le sculture di Giuseppe Di Prinzio e la Sala Figlia di Iorio a Pescara.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento