rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Corsi&Formazione Lanciano

Tua formerà 80 giovani da impiegare in ferrovia come macchinisti, capitreno, manutentori e manovratori

L'azienda regionale di trasporto è stata individuata come soggetto attuatore dei percorsi formativi interamente finanziati dalla Regione Abruzzo. La presentazione delle opportunità nel corso del salone Progress a Lancianofiera

Ottanta nuove professionalità che potranno operare nel mondo ferroviario grazie ad un percorso di qualificazione e di abilitazione interamente finanziato dalla Regione Abruzzo. È stato presentato ieri mattina a Lanciano, nel convegno organizzato dalla Tua e patrocinato dall’Asstra (Associazione trasporti) nell’ambito del salone “Progress 2023”, il progetto per formare 80 giovani in percorsi professionalizzanti relativi alle figure ferroviarie.

Un investimento lungimirante che mira a creare un serbatoio di competenze da utilizzare in un mondo in continua evoluzione ed estremamente professionalizzato come quello ferroviario. Il capitolo delle attività formative professionalizzanti è stato inserito nella legge di assestamento al bilancio di previsione 2023-2025 del consiglio regionale d’Abruzzo e prevede “un importo di 300.000 euro per la realizzazione delle attività di competenza e per la promozione di attività formative professionalizzanti ed azioni di co-marketing a cura di Tua spa per l’esercizio 2023”.

Somma, questa, destinata alla realizzazione di percorsi di qualificazione professionali del settore ferroviario. Le figure da formare sono quelle di macchinisti, capitreno, manutentori dei veicoli ferroviari e dell’infrastruttura, di manovratori, oltre ad altri profili che svolgono mansioni di sicurezza all’interno del mondo ferroviario.

Il bando di selezione, che dettaglierà ogni aspetto relativo alle attività professionalizzanti gratuite, verrà emanato entro il mese di novembre 2023 ed illustrato in un’apposita conferenza stampa; i percorsi formativi prenderanno avvio nel mese di dicembre 2023.

Il convegno di Tua

La Tua ha presentato il progetto formativo nel corso del convegno dal titolo “I nuovi percorsi formativi nel trasporto ferroviario – formazione, nuove competenze ed opportunità di lavoro” in occasione del salone Progress 2023 – Fiera del lavoro, del sociale e della formazione. “Un momento importante per la nostra azienda, ma anche per il panorama ferroviario – ha sottolineato Gabriele De Angelis, presidente della Tua spa - La scelta della Regione Abruzzo di individuare Tua quale soggetto attuatore di questo progetto formativo è motivo di grande soddisfazione professionale. La Tua, infatti, può mettere a disposizione il proprio know-how tecnico della divisione ferroviaria. Avere ospitato dei relatori così qualificati ed avere avuto qui a Lanciano i massimi esperti di sicurezza ferroviaria a livello nazionale e comunitario è per noi motivo di crescita professionale”.

La Tua è anche mobility partner del salone Progress 2023 e ha assicurato il trasporto per oltre 1600 ragazzi degli istituti tecnici superiori abruzzesi delle varie provincie e anche molisani. Proseguono anche oggi i workshop. Sono infatti previsti tre diversi momenti formativi a cura di Ansfisa, Era, Rfi e con l’esperto di fattori umani ed organizzativi della società DeepBlue di Roma Luca Save su aspetti formativi, comportamentali, sulla cultura della sicurezza e sui fattori umani e organizzativi. I protagonisti di questi momenti saranno i tantissimi ragazzi che partecipano al salone Progress 2023. “Abbiamo voluto dare un taglio anche operativo a questo evento – ha sottolineato il direttore della Divisione Ferroviaria Enrico Dolfi – perché il nostro obiettivo è anche quello di far conoscere ai ragazzi un mondo di nicchia come quello ferroviario, ma allo stesso tempo 4 estremamente complesso ed articolato nel quale le competenze tecniche devono essere necessariamente accompagnate dal possesso di competente non tecniche”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tua formerà 80 giovani da impiegare in ferrovia come macchinisti, capitreno, manutentori e manovratori

ChietiToday è in caricamento