rotate-mobile
Corsi&Formazione

"La Giustizia nella Costituzione": all'auditorium Cianfarani un incontro con il magistrato Spataro

L'iniziativa rientra nel progetto “Il Calendario della Repubblica – Il Dovere della Memoria”, giunto alla 24esima edizione, organizzato da Chieti nuova 3 febbraio ed è aperta a tutti

Venerdì 1° marzo, alle ore 17, all'auditorium V. Cianfarani, nel parco della Civitella, a Chieti, l’associazione Chieti nuova 3 febbraio con le scuole superiori di Chieti istituto tecnico F. Galiani-R. de Sterlich, istituto professionale U. Pomilio, istituto industriale L. di Savoia, liceo scientifico F. Masci, in collaborazione con l’associazione Unitre- Chieti, il Mic–Direzione Regionale Musei Abruzzo- La Civitella promuove, nell’ambito del progetto “Il Calendario della Repubblica – Il Dovere della Memoria”, giunto alla 24esima edizione, l’incontro dibattito dal titolo "La Giustizia nella Costituzione".

Protagonista dell'incontro sarà Armando Spataro, che parlerà “dei Principi della Giustizia affermati in Costituzione, dell’ordinamento finalizzato alla loro attuazione e dei periodici progetti di riforma”. La partecipazione all'evento è aperta a tutti i cittadini.

Spataro, entrato in magistratura nel 1975, assegnato nel 1976 alla procura della Repubblica di Milano con funzioni di sostituto procuratore, vi ha prestato servizio fino al luglio 1998, quando è stato eletto componente del Consiglio Superiore della Magistratura. Alla scadenza del mandato, nel luglio 2002, è stato riassegnato alla procura della Repubblica di Milano come procuratore aggiunto e, quindi, coordinatore del dipartimento terrorismo ed eversione.

Da gennaio 2012 a marzo 2013, su sua dichiarata disponibilità, è stato temporaneamente applicato alla procura di Lodi come procuratore della Repubblica facente funzioni, per far fronte alle difficoltà e ai vuoti d’organico di quell’ufficio. Da giugno 2014, ha assunto le funzioni di procuratore della Repubblica di Torino, esercitate fino alla scadenza del mandato per raggiungimento del limite di età, nel 2018.

Nella sua lunga attività, si è occupato di terrorismo interno e di quello internazionale, di criminalità organizzata e di mafia. Numerose le sue esperienze di lavoro e di studio all’estero. Per la sua specifica esperienza nel settore del terrorismo, ha rappresentato spesso, presso Eurojust a L’Aja, i pubblici ministeri italiani che si occupano della materia. Ha ricevuto numerosi incarichi di insegnamento e di formazione in incontri o corsi dedicati a magistrati o appartenenti alle forze di Polizia, anche stranieri.

È autore di numerosi saggi (anche di diritto processuale comparato), commenti a testi di legge e pubblicazioni varie di carattere scientifico (prevalentemente in materia di criminalità organizzata e terroristica, di tecniche investigative) e del libro dal titolo “Ne valeva la pena – storie di terrorismi e mafie, di segreti di Stato e di giustizia offesa”, definito nella copertina"Una storia popolata di ricordi dolorosi e di facce ambigue, ma anche di passione civile e di persone amate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La Giustizia nella Costituzione": all'auditorium Cianfarani un incontro con il magistrato Spataro

ChietiToday è in caricamento