menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendio in galleria ferroviaria: per fortuna è un'esercitazione

Esercitazione di emergenza coordinata dalla Prefettura la scorsa notte nella 'Galleria Vasto' tra le stazioni di Vasto San Salvo e Porto di Vasto, sulla Linea Adriatica Bologna-Lecce

Un treno merci si arresta in galleria per un improvviso principio di incendio ai motori, il fumo invade la cabina di guida e provoca il malore del macchinista.

Per fortuna è solo una simulazione, avvenuta questa notte nella “Galleria Vasto” sulla Linea Adriatica Bologna-Lecce, tra le stazioni di Vasto San Salvo e Porto di Vasto.

L’esercitazione di emergenza è stata coordinata dalla Prefettura di Chieti e ha visto coinvolte le squadre di primo intervento del Gruppo FS Italiane, le strutture operative di Protezione Civile Abruzzo, il Comune di Vasto, i Vigili del Fuoco di Chieti, la Polizia Ferroviaria e quella Stradale di Vasto e i volontari del 118.

Il personale di Trenitalia Cargo in servizio sul treno ha informato la Sala Operativa di Rete Ferroviaria Italiana che ha richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco e del 118 per spegnere i focolai d’incendio e prestare i primi soccorsi al macchinista intossicato dal fumo. Inoltre, sono state contattate le sale operative della Protezione Civile della Regione Abruzzo e della Polizia Stradale e Ferroviaria, che hanno delimitato e presidiato la zona. 

"Particolare attenzione - spiegano dall'ufficio stampa di Trenitalia - è stata riservata alla verifica dell’efficacia e della rapidità dell’attivazione delle procedure per la gestione delle emergenze, specialmente nei minuti che hanno preceduto l’intervento dei Vigili del Fuoco e delle altre squadre di primo intervento. L’esercitazione rientra tra le iniziative programmate periodicamente per monitorare l’efficacia del flusso comunicativo e della catena del coordinamento, nonché la prontezza dell’intervento delle strutture del territorio. Il tutto per migliorare gli standard di sicurezza e la tutela delle persone, delle cose e dell’ambiente. Obiettivo comune è  testare i piani di emergenza interni (PEI) delle gallerie e collaudare sul campo il sistema di intervento tecnico e di assistenza previsto dai protocolli d’intesa stipulati tra il Gruppo FS, Protezione Civile regionale e 118. Nessuna ripercussione sulla circolazione dei treni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento