Incidenti stradali

Fidanzati morti in Thailandia, chi era Ilaria Rizzo: psicologa brindisina laureata alla d'Annunzio

La psicoterapeuta travolta da un'autocisterna mentre era in moto con il compagno Giuliano De Santis era originaria di Brindisi e aveva uno studio sia a Chieti Scalo che a Pescara. L'impatto durante la loro ultima vacanza è stato terribile ed è avvenuto sotto gli occhi degli amici

Giuliano e Ilaria

È stata un'assurda fatalità quella in cui hanno perso la vita Ilaria Rizzo, 37 anni, psicologa originaria di Brindisi e Giuliano De Santis, 41 anni, imprenditore di Lecce. Sono morti in un incidente stradale mentre erano in moto in Thailandia, nella zona del distretto di Chumphon, schiacciati da un’autocisterna che trasportava carburante e che si è capovolta dopo aver perso aderenza con l’asfalto. La sfortuna ha voluto che proprio in quel momento la coppia stesse affiancando il camion: l'impatto è stato terribile ed è avvenuto sotto gli occhi di altri quattro amici della coppia, increduli.

Anche a Chieti è rimbalzata ieri la notizia della scomparsa di Ilaria, che in città aveva vissuto gli anni più importanti della formazione: la giovane si era laureata in Psicologia all'università d'Annunzio con il massimo dei voti e dopo aver completato la formazione aveva aperto uno studio di psicoterapia a Chieti Scalo, in viale Benedetto Croce e uno a Pescara. Stimata e benvoluta anche qui da amici e pazienti, al momento l'attività era stata sospesa in quanto la dottoressa aveva deciso di tornare in Puglia, dove riceveva tutte le settimane tra Brindisi e Lecce. 

Ai suoi pazienti aveva lasciato un messaggio: "Fino al 25 febbraio 2019 sarò all’estero. Pertanto non mi sarà possibile fare ricevimento in studio. Sarò disponibile in questo periodo solo per colloqui online (individuai e di coppia) via Skype o whatsApp". Evidentemente Ilaria aveva poi deciso di prolungare la vacanza con il suo compagno Giuliano, imprenditore che gestiva alcune strutture ricettive, ignara del fatto che sarebbe stata l'ultima.

La dinamica dell'incidente

L'incidente risale a giovedì pomeriggio, nel sud del Paese. L'autocisterna, che stava curvando verso sinistra poco dopo un incrocio, si è capovolta proprio quando la moto con i due fidanzati sopraggiungeva da destra. In quel momento, il mezzo pesante ha affiancato Ilaria e Giuliano e ha perso aderenza con l'asfalto finendo addosso ai due giovani, che così sono stati schiacciati.

Il conducente, un uomo di 64 anni, ha dichiarato di aver avuto problemi alla guida, probabilmente per i freni. Aspetto, questo, che dovrà essere necessariamente chiarito dalle autorità locali ai fini dell'accertamento dell'esatta dinamica e di eventuali responsabilità sul piano penale. La polizia locale ha acquisito le immagini registrate da una telecamera per accertare la dinamica del sinistro.

Intanto i familiari di Ilaria e Giuliano sono arrivati a Bangkok per occuparsi di tutte le pratiche necessarie a riportare a casa le salme dei loro cari. Il rientro in Italia è atteso per metà della prossima settimana.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fidanzati morti in Thailandia, chi era Ilaria Rizzo: psicologa brindisina laureata alla d'Annunzio

ChietiToday è in caricamento