Come tenere lontani i piccioni da casa (e non solo)

Sporcano i marciapiedi, gli edifici e i monumenti. I piccioni sono dei veri e propri vettori di sporcizia, ostacolano la quiete e il benessere di molti cittadini

In alcune zone della nostra città, in particolar modo nel centro storico di Chieti, ci sono davvero moltissimi piccioni. Come allontanarli? È stato registrato dall’Osservatorio Rentokil nei primi 5 mesi del 2019 un incremento di questi volatili nella maggior parte delle aree urbane italiane, motivo per cui vogliamo fornirvi alcuni consigli per evitare che continuino ad aumentare e validi motivi per bloccare la loro diffusione.

Motivi per cui allontanare i piccioni

I piccioni sono dei veri e propri vettori di sporcizia, ostacolano la quiete e il benessere di molti cittadini e, quando sono in grande numero, rappresentano anche una fastidiosa fonte di rumore.

Sporcano i marciapiedi, gli edifici e i monumenti. Sono anche responsabili di danni alle produzioni agricole e, volando ad alta quota, sono protagonisti di episodi di birdstrike e di disturbo del traffico aereo.

 Italiani e piccioni: la ricerca

Il problema delle infestazioni di volatili è in crescita in Italia, basti pensare che nei primi 5 mesi del 2019 le chiamate a Rentokil da parte di aziende e privati sono aumentate del 57% rispetto allo stesso periodo del 2018. Questo anche perché, come si evince dalla ricerca Doxa commissionata da Rentokil, il 50% degli italiani associa i piccioni al rischio di trasmissioni di malattie o infezioni. Infatti, i piccioni e i volatili in generale sono spesso portatori di pulci, acari, zecche e pidocchi che possono trasmettere all’uomo malattie quali la salmonella, l’ornitosi e l’Escherichia Coli. Bisogna intervenire adottando metodi efficaci di allontanamento di volatili per proteggere le aziende e o le abitazioni private, soprattutto i condomini, dai rischi associati alle infestazioni di volatili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo il commento di Ester Papa, Technical Manager di Rentokil Italia, azienda leader in servizi di disinfestazione e derattizzazione.

3 soluzioni per tenere lontani i piccioni da casa

  1. Dissuasori di appoggio (ad aghi o simili). Si tratta di un buon modo per proteggere fabbricati, balconi e le aree esterne di casa, perché i piccioni non potranno appollaiarsi comodamente, anzi saranno spinti a stare lontani. In commercio esistono anche i dissuasori meccanici ad aghi, pensati per chi cerca una soluzione a lungo termine con un significativo risparmio sui costi di pulizia e manutenzione.
  2. Barriere antintrusione per i pannelli fotovoltaici. Consentono di tamponare la nicchia presente fra la sommità della falda e i pannelli soprastanti, senza la necessità di tagli e sagomature della barriera. Sono consigliate ai privati ma anche ai condomini e sono facili da installare.
  3. Reti anti-volatili. Impediscono l’accesso dei piccioni a balconi, capannoni, cortili, porticati e torri campanarie. Sono versatili e in grado di resistere agli agenti atmosferici e ai raggi UV e facili da installare.

Come difendersi dalle zanzare

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come rimuovere la ruggine per ringhiere e cancelli sempre perfetti

  • Piano cottura a induzione: vantaggi e svantaggi

  • Rimedi naturali e green contro le zanzare: i più efficaci

  • Ecobonus: Codacons fornisce assistenza agli abruzzesi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento