Prato verde in primavera: come prendersene cura fai da te

Il prato va sempre curato, sia d’inverno che d’estate, ma soprattutto quando fa più caldo

Per avere un bel prato verde e rilassarsi all’aria aperta pur restando a casa, deve prendersene cura. E si può fare anche con il fai da te. Per riuscirci, bisogna effettuare alcuni passaggi fondamentali, così da ottenere un risultato perfetto.

Il taglio dell’erba

Il prato va sempre curato, sia d’inverno che d’estate, ma soprattutto quando fa più caldo. Per farlo, bisogna effettuare il taglio dell’erba una volta la settimana e preferire una lunghezza di circa 3,5 - 4 cm. Tagliando l’eccesso, si eliminerà l’erba secca e ingiallita, favorendo la ripresa vegetativa. Il taglio dell’erba è un’operazione che andrebbe effettuata una volta la settimana,

Il consiglio è di usare il tosaerba durante le ore più calde e soprattutto quando il tappeto è completamente asciutto. Il terreno umido o da poco innaffiato, potrebbe essere soggetto ad avvallamenti.

La concimazione

La concimazione serve ad aiutare l’erba a crescere e ad avere il caratteristico colore brillante. Da effettuare ogni due settimane e dopo aver tagliato l’erba: è meglio utilizzare concime a lento rilascio, perfetto per evitare la formazione del muschio. Ricordate, sempre, è che possibile seminare una parte del prato, per ottenere un piccolo orto. 

L’irrigazione

Nei mesi primaverili con le temperature più alte il rischio che il manto erboso si secchi e ingiallisca è alto, quindi è fondamentale irrigarlo una volta a settimana. L’intensità dell’acqua deve essere stabilita in base alle precipitazioni e al periodo, importante non dimenticare di bagnarlo la mattina presto o la sera, per evitare che il caldo faccia evaporare l’acqua e rendere vana l’irrigazione.

La raccolta dell’erba

Dopo aver tagliato l’erba, bisogna togliere i residui e pulire il prato. Se avete poco tempo libero ma non volete trascurare il prato, potete sperimentare la tecnica del mulching utilizzata sui campi da golf. Con le temperature più alte le condizioni atmosferiche permettono al substrato di assorbire l’erba del prato senza avere danni. L’importante è che non superi il 30% dell’altezza dello stelo, che si utilizzi frequentemente il tosaerba e quando il prato è asciutto per far seccare rapidamente i residui.

Prodotti online per la cura del prato

Rastrello con larghezza variabile

Concime per prati

Tagliaerba

Irrigatori da giardino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riscaldamento: come risparmiare senza rinunciare a una casa calda e accogliente

  • Fare la manutenzione della caldaia in inverno (o prima) è importante per una casa calda e sicura

Torna su
ChietiToday è in caricamento