Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video | Il professor Sabatini (Accademia della Crusca) al Vico: "La lingua si trasforma nel quotidiano"

Matitinata di alta cultura in occasione della terza edizione del congresso nazionale dei convitti

 

Francesco Sabatini, presidente onorario dell’Accademia della Crusca, è l’ospite d’onore della III edizione del congresso nazionale dei rappresentanti dei Convitti e degli Educandati nazionali, in corso da giovedì Convitto G.B. Vico. Ieri mattina alle 11 in aula magna il noto linguista ha tenuto una lectio magistralis per gli studenti sul tema “Studi classici e cittadino europeo”, l’incontro è stato presentato dal giornalista Stanislao Liberatore. Nato a Pescocostanzo nel 1931, Sabatini è professore emerito dell’università degli studi Roma Tre e ha ricoperto il ruolo di presidente dell'Accademia della Crusca dal 2000 al 2008, dopo essere stato Accademico corrispondente dal 1976 e Accademico ordinario dal 1988. Sotto la sua presidenza l’Accademia ha attuato un vasto programma di ricerca e di documentazione informatica nel campo della storia e dell’uso attuale della lingua italiana, ma l’impegno del professore è stato significativo anche nella promozione dell’italiano all’estero. Nel 2007 ha ricevuto la laurea honoris causa in Scienze Sociali dall’università d’Annunzio. Importante è stato anche l’impulso dato da Sabatini ai rapporti dell’Accademia con la scuola, per questo l’appuntamento curato dai liceali a Chieti assume una valenza speciale. Il terzo congresso nazionale dei rappresentanti dei Convitti e degli Educandati nazionali è stato promosso dagli studenti dei licei artistico, classico ed europeo annessi al Convitto nazionale G.B. Vico. L’iniziativa è nata due anni fa da un’idea dei rappresentanti degli studenti del Convitto Mario Cutelli di Catania.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento