Gli studenti del "Savoia" incontrano Pupillo: domani partono i lavori

Il presidente della Provincia ha garantito che domani partiranno i primi interventi urgenti per la piena sicurezza

Si è tenuto ieri l'incontro tra gli studenti dell'"IIs L. di Savoia" di Chieti e il presidente della Provincia, Mario Pupillo. I nove ragazzi sono saliti, in rappresentanza dei 1600 studenti dell’istituto teatino, sono stati accompagnati dal delegato del Preside e il personale Digos. Un incontro, durato circa mezz’ora, chiesto e ottenuto dagli allievi per discutere delle preoccupanti condizioni dell’edificio scolastico di via d’Aragona dopo il crollo di sabato scorso dell'intonaco in uno dei laboratori dell'istituto, con uno studente lievemente ferito. Dopo la protesta di lunedì con circa 800 studenti all’ingresso dell’edificio scolastico al grido di «vogliamo scuole sicure!» anche ieri un centinaio di ragazzi non ha fatto accesso nelle aule.

"Abbiamo comunicato ai ragazzi dell’affidamento dei lavori a due imprese - ha detto al termine dell’incontro il presidente della Provincia Mario Pupillo – per l’avvio degli interventi d'urgenza, da giovedì, per risistemare il soffitto del laboratorio e dell’aula 12 (dal cui soffitto ieri è stato fatto cadere dell’intonaco pericolante ndr) e che porteremo a termine una vasta indagine su elementi non strutturali della scuola, quali intonaci, soffitti e controsoffitti in tutto l’edificio". Un affidamento urgente, quest'ultmo di quasi 20mila euro. I lavori di messa in sicurezza del laboratorio e dell’aula 12, dell'importo di qualche migliaio di euro, verranno invece portati a termine nell'arco di pochi giorni. Intanto la Provincia attende a giorni il via libera dell'Ufficio ricostruzione per poter avviare le opere con il primo finanziamento, ottenuto fin dal 2015, di 5 milioni e 236mila euro: un mese fa è stato consegnato lo studio di fattibilità tecnico-economica, le opere potrebbero iniziare nel 2020. C'è poi il secondo finanziamento statale da 10 milioni e 475mila euro "per il quale –spiega Pupillo - ci vorrà almeno un anno e mezzo per organizzare la gara, a causa della carenza di personale addetto all'organizzazione".

Soddisfatto del colloquio si è detto Luca Chicchiriccò, uno dei nove studenti partecipanti. "Abbiamo ottenuto la promessa dell’avvio urgente dei lavori – spiega il candidato a rappresentante d’istituto del “L. di Savoia” – la protesta si ferma per ora, ma siamo pronti a nuove manifestazioni se la questione non si dovesse risolvere a breve".

Sul caso ieri era intervenuta anche la deputata del Movimento 5 Stelle, Daniela Torto che ha invitato la Provincia a "sbloccare al più presto la situazione". Due giorni fa invece era stato il consigliere comunale di Italia Viva, Alessandro Marzoli a chiedere "l'individuazione di una nuova sede scolastica alternativa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sentenza storica per gli ex militari transitati all'impiego civile: accolta la tesi del legale teatino Pierluigi Abrugiati

  • Lutto nella sanità abruzzese: si è spenta la dottoressa Mariangela Bellisario

  • Un abruzzese nell'inferno di Wuahn in quarantena per il virus cinese

  • L'infermiere era costretto a mansioni da Oss: condannata l'azienda sanitaria

  • Coronavirus: la circolare del Ministero della Salute per non contrarre il virus cinese

  • In tribunale con gli screenshots delle conversazioni della moglie per provare il tradimento ma viene denunciato

Torna su
ChietiToday è in caricamento