Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video I Dai banchi universitari al palcoscenico: l'Ud'A band in concerto sulle ali del rhythm’n’blues

Il gruppo musicale animato da studenti, docenti ed elementi del personale tecnico-amministrativo dell’università “d’Annunzio” si presenta

 

“Sulle ali del rhythm’n’blues - Musica e pensiero giovanile 1961-1967”, è il tema della lezione-concerto che si è tenuta mercoledì all’auditorium del rettorato dell’università “G. d’Annunzio”.

Numerosi gli interventi di studiosi di storia contemporanea e di esperti di musica degli anni sessanta, oltre a letture di documenti, immagini ed esecuzioni musicali di brani rappresentativi dell’epoca, così da fornire un’ampia panoramica sulla cultura storica e su quella musicale degli anni che precedettero il fatidico '68. Analizzati gli aspetti peculiari di un periodo nel quale una nuova coscienza giovanile si è realizzata in sintonia con fermenti musicali altrettanto nuovi, aprendo così la strada alla grande contestazione che si è manifestata ed allargata rapidamente sul finire degli anni sessanta del secolo scorso. Dopo l’introduzione di Umberto Bultrighini, ordinario di storia greca della “d’Annunzio”, e i saluti istituzionali, spazio alle relazioni di Maria Teresa Giusti, docente di storia contemporanea dell’Ateneo, sul tema “Politica, Cultura e Welfare State in Italia tra gli anni 50 e 60” e del produttore discografico, Gianni Daldello, sul tema “Continuità nella creatività musicale: da Londra 1957 a Milano 1973”.     

Poi spazio al concerto della “Ud’A Band”, il gruppo pop ufficiale dell’Ateneo, animato da studenti, docenti ed elementi del personale tecnico-amministrativo dell’università “G. d’Annunzio” di Chieti e Pescara. Sul palco sono saliti, tra gli altri, Fabrizio Fornari (percussioni), Umberto Bultrighini (chitarra e voce), Angela Williams, Viviana Borrone, Sefora Spinzo, Romilda Tonari (voci), Nicola Di Nardo (piano e synth), Giuseppe Amadio (basso), Goffredo De Carolis (batteria), Marco Vignali (tromba), David Perpetuini (sax) e Frank Jardillo Maciel (trombone). 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento