Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Video I Dai banchi universitari al palcoscenico: l'Ud'A band in concerto sulle ali del rhythm’n’blues

Il gruppo musicale animato da studenti, docenti ed elementi del personale tecnico-amministrativo dell’università “d’Annunzio” si presenta

 

“Sulle ali del rhythm’n’blues - Musica e pensiero giovanile 1961-1967”, è il tema della lezione-concerto che si è tenuta mercoledì all’auditorium del rettorato dell’università “G. d’Annunzio”.

Numerosi gli interventi di studiosi di storia contemporanea e di esperti di musica degli anni sessanta, oltre a letture di documenti, immagini ed esecuzioni musicali di brani rappresentativi dell’epoca, così da fornire un’ampia panoramica sulla cultura storica e su quella musicale degli anni che precedettero il fatidico '68. Analizzati gli aspetti peculiari di un periodo nel quale una nuova coscienza giovanile si è realizzata in sintonia con fermenti musicali altrettanto nuovi, aprendo così la strada alla grande contestazione che si è manifestata ed allargata rapidamente sul finire degli anni sessanta del secolo scorso. Dopo l’introduzione di Umberto Bultrighini, ordinario di storia greca della “d’Annunzio”, e i saluti istituzionali, spazio alle relazioni di Maria Teresa Giusti, docente di storia contemporanea dell’Ateneo, sul tema “Politica, Cultura e Welfare State in Italia tra gli anni 50 e 60” e del produttore discografico, Gianni Daldello, sul tema “Continuità nella creatività musicale: da Londra 1957 a Milano 1973”.     

Poi spazio al concerto della “Ud’A Band”, il gruppo pop ufficiale dell’Ateneo, animato da studenti, docenti ed elementi del personale tecnico-amministrativo dell’università “G. d’Annunzio” di Chieti e Pescara. Sul palco sono saliti, tra gli altri, Fabrizio Fornari (percussioni), Umberto Bultrighini (chitarra e voce), Angela Williams, Viviana Borrone, Sefora Spinzo, Romilda Tonari (voci), Nicola Di Nardo (piano e synth), Giuseppe Amadio (basso), Goffredo De Carolis (batteria), Marco Vignali (tromba), David Perpetuini (sax) e Frank Jardillo Maciel (trombone). 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento