← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

La denuncia contro i padroni dei cani maleducati

Tratto da www.censorinoteatino2013.blogspot.it


L'altro giorno abbiamo dato voce ai padroni degli animali che denunciavano la carenze di aree sgambamento cani nella città di Chieti e l'ostilità di buona parte della cittadinanza verso le esigenze degli animali. Oggi, invece daremo voce ai cittadini che non hanno animali e che denunciano l'inciviltà dei padroni dei cani che non raccolgono i bisognini dei loro animali domestici o li lasciano sgambare in aree vietate. Nelle aree di Verde Pubblico attrezzate del Comune di Chieti appare la seguente dicitura al secondo comma: "È severamente vietato l'accesso ai cani all'interno dell'area verde (art.26 e 41 del "Regolamento per la tutela degli animali" approvato dal Consiglio Comunale con Deliberazione n.235 del 22 Maggio 2006). I trasgressori saranno puniti a termini di Regolamento". Questo è quanto recita la norma del regolamento comunale, ma di fatto non sarebbe applicata, poiché ognuno fa come vuole e i risultati si vedono in ogni parte della città, come denunciato da Romilde Santucci, una mamma con due figli che segnala il mancato rispetto di divieto di accesso dei cani all'area verde comunale di Piazza Carafa, quella che comunemente viene chiamata "Il Quadrato", nei cui pressi c'è anche una scuola, la Media "Mezzanotte", e i ricordini vengono lasciati anche davanti al suo ingresso. Quanto denunciato da Romilde Santucci, ovviamente non vale solo per Piazza Carafa, ma per ogni parco comunale della città a partire dalla Villa fino ad arrivare al Parco Giochi del Tricalle, per non parlare delle vie cittadine che diventano un vero e proprio campo minato a causa di incivili che non raccolgono i bisogni del loro amico a quattro zampe.Il problema è sempre lo stesso in realtà, la mancanza di un'area adeguata per lo sgambamento animali domestici, quella presente in zona terminal non è sufficiente. A tal proposito, un cittadino Gianluca Galliani ha contattato il Sindaco su Facebook e chiede di poter avere la gestione di un'area comunale allo Scalo, nei pressi della Scuola Antonella per convertirla in un'area verde di sgambamento per cani. Seguiremo da vicino questa vicenda, poiché riteniamo l'idea di Gianluca Galliani ottima e peroremo la sua causa e di tutti coloro che ovviamente hanno a cuore questo problema.

LA DENUNCIA DI ROMILDE SANTUCCI: https://youtu.be/pgjhdSkui-k

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Manuela
    Manuela

    Io personalmente i bisogni del mio cane li raccolgo sempre ma becco sempre "ricordini" di altri cani lungo in viale dove abito io. All'inizio erano stati adibiti dei contenitori per la città dove si potevano prendere bustine per i bisogni dei nostri amici a 4 zampe. Non ho mai visto questi contenitori pieni perchè ci sono maleducati che li svuotano in un secondo. Ecco detto questo mi chiedo: non si possono rifornire questi contenitori e dare l' accesso di prendere queste bustine solo a chi possiede un cane?

  • Avatar anonimo di via dei lucani
    via dei lucani

    In via dei Lucani hanno messo anche un cartello privato per denunciare i maleducati ma i "ricordini" continuano

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento