Congresso internazionale sulle piante medicinali e il loro utilizzo a Francavilla

"New and Old Phytochemicals: Their Role in Ecology, Veterinary, and Welfare” è questo il titolo del simposio internazionale della Phytochemical Society of Europe ed organizzato dai professori Francesco Epifano e Salvatore Genovese del Dipartimento di Farmacia dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara che si terrà al Villa Maria Hotel di Francavilla al Mare dal 17 al 19 settembre prossimi.

Si parlerà di utilizzi già noti e delle prospettive future delle piante medicinali in campo medico, fitoterapico, nutraceutico, salutistico, erboristico e veterinario, nonché delle potenzialità in campo ecologico delle stesse piante con ripercussioni in diversi campi applicativi come l’agricoltura biologica. Più di 100 studiosi provenienti da 30 paesi europei ed extraeuropei si riuniranno per una due giorni congressuale in cui verranno delineati gli ultimi sviluppi e progressi nel campo delle piante medicinali e delle loro applicazioni.

Ad oggi infatti il mondo del naturale è in corso di forte rivalutazione per la ricerca e lo sviluppo di nuovi strumenti terapeutici per la salute umana ed animale al fine di rimpiazzare farmaci di lungo corso che ad oggi mostrano segni di inefficacia contro diverse patologie come infezioni batteriche e forme tumorali per l’instaurarsi di fenomeni di farmaco-resistenza. Numerose a tale riguardo sono le nuove entità farmacologiche ottenute da piante, alghe, funghi e batteri recentissimamente approvate per l’uso in campo medico e veterinario o in fase avanzata di sperimentazione. Notevoli anche le potenzialità di molte piante nel campo della nutraceutica, scienza nata relativamente di recente con lo scopo di studiare principi attivi contenuti negli alimenti in grado di esercitare effetti benefici sulla salute umana. Le discipline trattate nel congresso (fitochimica, chimica delle sostanze naturali e nutraceutica) costituiscono da più di venti anni le tematiche principali del gruppo di ricerca diretto dal Prof. Epifano e dal Prof. Genovese, organizzatori dell’evento, la cui attività ha avuto negli ultimi anni numerosi riconoscimenti e premi a livello internazionale.


Il congresso si aprirà con una lettura plenaria domenica 17 settembre alle ore 14.30 da parte del Prof. Giovanni Battista Appendino dell’Università del Piemonte Orientale e proseguirà con interventi di studiosi che rappresentano l’eccellenza a livello internazionale nel campo della chimica delle sostanze naturali: Simon Gibbons (University College di Londra), Francisco Macias (Università di Cadice), Christian Zidorn (Università di Kiel), Virginia Lanzotti (Università di Napoli “Federico II”), Isabel López-Bazzocchi (nstituto Universitario de Bio-orgánica Antonio González di La Laguna, Tenerife), Margherita Maranesi (Università di Perugia), Hermann Stuppner (Università di Innsbruck), e Philippe de Medina (Affichem, Tolosa). Il simposio prevede anche 30 comunicazioni orali da parte di giovani studiosi ed una sessione posters.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "Sangiò legge" si sposta sul web: in diretta Facebook la rassegna letteraria di San Giovanni Teatino

    • Gratis
    • dal 5 novembre 2020 al 22 aprile 2021
  • Giornata internazionale della donna: dialogo con l'artista Gabriella Capodiferro

    • solo domani
    • 7 marzo 2021
  • Nelle parrocchie di San Salvo c'è la "Family week"

    • dal 14 al 21 marzo 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ChietiToday è in caricamento