Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Video|Truffe agli anziani con la "tecnica" del pacco, arrestati due napoletani

Le vittime sono un 92enne di Chieti e una donna di 79 anni residente a Lanciano

 

Nella mattinata di ieri la squadra mobile della questura di Chieti, in collaborazione con la questura di Napoli ha dato esecuzione su disposizone del gip del Tribunale di Chieti Luca De Ninis, su richiesta del sostituto Procuratore, Giancarlo Ciani, gli arresti domiciliari nei confronti di S.G. di anni 23 e B.S. di 36 anni, entrambi residenti a Napoli.

A seguito dell'attività di indagine condotta dalla squadra mobile sono stati individuati i due destinatari della misura cautelare quali autori di due truffe in danno di anziani perpetrate nello scorso aprile rispettivamente in Chieti e Lanciano.


Nello specifico i due malcapitati (un 92enne teatino ed una 79enne lancianese), allertati dalla telefonata da parte di un sedicente nipote che chiedeva di ricevere per suo conto un "pacco" e di consegnare al corriere una determinata somma a saldo dell'acquisto: i due anziani hanno consegnato, rispettivamente, 2300 e 800 euro. Nella prima circostanza il malcapitato era stato addirittura accompagnato in banca per effettuare il prelievo del contante e poi riaccompagnato a casa.

Lo sviluppo delle indagini ha permesso di acclarare che il coordinamento delle azioni di adescamento e di gestione della vittima avviene a distanza, ossia da un "centro direzionale" che ha la propria base a Napoli, località dalla quale vengono effettuate le telefonate e gestite le vittime in tutte le fasi della truffa e con il fondamentale apporto operativo di altri soggetti "in trasferta" ai quali vene affidato il compito di effettuare la consegna e ritirare il denaro. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento